cibo, vino e quantobasta per essere felici

Forma gigante di Asiago Dop

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

29 settembre 2013 alle 10.30 durante l’ultimo giorno della Festa della Transumanza a Bressanvido Latterie Vicentine  presenta al pubblico una gigantesca forma di formaggio Asiago, realizzata da sei mastri casari che hanno lavorato per un giorno intero 76 quintali di latte creando una forma di 800 kg (190x30cm), stagionata 60 giorni. La cerimonia di pesatura inizierà alle 15.30 per poi proseguire con il taglio ufficiale e la degustazione del formaggio. L’intero ricavato della vendita sarà devoluto alla Fondazione Città della Speranza, rappresentata dalla Presidentessa Stefania Fochesato, che parteciperà all'evento.
Latterie Vicentine inaugura così il più grande polo produttivo di Asiago DOP La cooperativa icentina, sinonimo di tradizione e innovazione, concentra la produzione a Bressanvido, Paese della Transumanza. 400 soci, 3.300 quintali di latte lavorato al giorno, per un totale su base annua di 1.117.000 quintali, una produzione di 442.000 forme di Asiago Fresco, 62.000 forme di Asiago Stagionato, 50.000 forme Grana Padano, per un fatturato di 74.500.000 euro. Questi i numeri di Latterie Vicentine, società cooperativa leader nella produzione e distribuzione di latte e derivati, che domenica 29 settembre alle 10.30 inaugura il più grande polo dell’Asiago DOP sito a Bressanvido (VI), una produzione che attualmente rappresenta il 43% delle proprie vendite e conferma la leadership di Latterie Vicentine nel comparto. Latterie Vicentine ha riunito la produzione di Asiago, Brenta, Castelgrotta, in un unico sito a Bressanvido, dove ha concentrato anche gli uffici amministrativi, tecnici e commerciali, oltre all’apertura di un nuovo punto vendita.
“Puntiamo sull’innovazione, sull’adozione di impianti all’avanguardia, forti e consapevoli della preziosa esperienza accumulata nei tanti anni di attività”, afferma Mauro Chiaradia, direttore generale di Latterie Vicentine. “Una scelta strategica, attuata a partire da marzo dello scorso anno  - precisa Chiaradia - quando abbiamo spostato l’impianto di produzione dell’Asiago Pressato da Schio a Bressanvido, riunendo in un unico sito le 500000 forme consortili. A ottobre abbiamo trasferito le caliere in rame, sempre da Schio a Bressanvido, per la lavorazione dell’Allevo e di conseguenza ampliato il magazzino.”
La creazione di un unico grande reparto produttivo ha permesso la riduzione dei costi, dei consumi energetici, in particolare dell’utilizzo di detergenti diminuendo l’impatto ambientale, l’ottimizzazione dei tempi e dei metodi di lavoro, il miglioramento dell’organizzazione del personale. Benefici sia produttivi che logistici.
“Tutte le sinergie produttive previste si stanno verificando – continua Chiaradia – Basti pensare alla raccolta quotidiana del latte che prima si doveva consegnare sia a Schio che a Bressanvido, mentre ora viene concentrata tutta in un’unica sede; lo stesso vale per il siero.”
Una storia di successo, frutto della cura e dell’attenzione a cui Latterie Vicentine ha abituato il consumatore. Un successo a livello nazionale, ottenuto grazie alla politica di un’azienda che da sempre mira al miglioramento dei propri standard di qualità e all’innovazione, applicando nuovi metodi di produzione senza mai tralasciare le caratteristiche di freschezza e genuinità.


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.