cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Ricetta creata in esclusiva per qbquantobasta - clicca qui per scoprire altre ricette

Ricette , Giulia Godeassi

Casatiello dolce come un panettone

Panettone tutto l'anno. Oops, ma questo è un casatiello! Il casatiello è tipicamente una torta salata pasquale, a base di formaggio, salame e uova. Il suo nome si presume derivi dall'inflessione napoletana di formaggio (cacio, da cui cas' e infine casatiello), ingrediente principale che compone l'impasto di tale prodotto. La diffusione del casatiello pare essere attestata almeno a partire dal Seicento: “E, venuto lo juorno destenato, oh bene mio: che mazzecatorio e che bazzara che se facette! Da dove vennero tante pastiere e casatielle? Dove li sottestate e le porpette? Dove li maccarune e graviuole?” si legge infatti ne La gatta Cenerentola di Giambattista Basile. Noi su qbquantobasta per il menu pasquale della tradizione italiana vi proponiamo la versione dolce, diffusa nella zona di Caserta.

Ingredienti: * 500 – 600 g di farina forte tipo Manitoba * 2 uova * 180 ml di latte * 50 g di strutto ammorbidito * 100 g di zucchero * scorza di 1 limone e di 1 arancia * i semi di una bacca di vaniglia * 1 cubetto di lievito di birra * 2 cucchiai di liquore tipo “Strega” * 1 cucchiaino di sale. Per la glassa: * 250 g di zucchero a velo * 1 albume * codette e ovetti per decorare.
Procedimento: Stemperate il lievito nel latte tiepido assieme a un pizzico di zucchero. Mescolate bene e lasciate riposare per almeno 30 minuti. Sbattete le uova assieme allo zucchero e unitele al lievitino appena preparato assieme alla scorza di arancia e limone, ai semi di vaniglia e al liquore. Unite poca per volta la farina e il sale. Lavorate l’impasto e aggiungete lo strutto a fiocchi. Impastate il tutto per almeno 20 minuti sulla spianatoia. Formate quindi una palla d’impasto e fatela lievitare in una ciotola capiente per 2 ore, coperta da un panno. Riprendete in mano l’impasto e lavoratelo di nuovo per 5 minuti sulla spianatoia piegandolo in 3 parti in modo da dargli forza. Formate una palla e riponetela in uno stampo tondo e alto (come quello del panettone) dal diametro di 22 – 24 cm. Copritela con la pellicola e lasciatela lievitare per 12 – 20 ore fino a quando avrà raggiunto circa i due terzi d’altezza dello stampo. Scaldate il forno a 190°C e infornate il casatiello a forno caldo. Cuocetelo per 50 – 60 minuti facendo la prova stecchino per controllare la cottura. Se si dovesse scurire troppo, copritelo con un foglio di carta argentata. Una volta cotto, fatelo raffreddare a temperatura ambiente. Preparate quindi la glassa sbattendo leggermente l’albume con una forchetta e unendo lo zucchero a velo e qualche goccia di succo di limone. Coprite quindi il dolce e decoratelo con le codette colorate e gli ovetti di cioccolato. Lasciate indurire la glassa e poi servitelo a fette.

http://julietsbelly.com/

Gli articoli più letti degli ultimi sette giorni:
(questa finestra si chiuderà automaticamente entro 10 secondi)