cibo, vino e quantobasta per essere felici

Acquista la copia digitale!

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Assegnati i premi Gran Noè 2017

Premiazioni Gran Noè 2017 a Gradisca d'IsonzoPremiazioni Gran Noè 2017 a Gradisca d'Isonzo

A Gradisca d'Isonzo il Premio Gran Noè 2017, riservato a coloro che con le loro capacità e il loro impegno valorizzano le tipicità enogastronomiche regionali, ha visto premiati: l'Istituto Tecnico Agrario Paolino d'Aquiliea di Cividale, l'Associazione Città del Vino,  Marco e Marino Zorzettig de La Tunella, la giornalista Rossana Bettini Illy e agli Artisti Associati. Per due giorni - sabato 19 e domenica 20 maggio - all'Enoteca la Serenissima sono stati protagonisti i Pinot(s) con degustazioni, mostre a tema ed eventi musicali con una nuova edizione di “Suoni in Bottiglia”.

Nata nel 1965 da un’idea di Giulio Portelli e Bruno Patuna, rispettivamente  presidente e direttore dell’Azienda autonoma di soggiorno e di turismo di Gradisca, ddi Edoardo de Finetti, direttore della neonata enoteca regionale La Serenissima e dal sindaco di allora Marino Di Bert, il Gran Premio Noè ha da sempre voluto riconoscere il lavoro e le capacità dei tanti produttori del cosiddetto “Vigneto Friuli”. Seconda in Italia per anzianità dopo Siena, l’enoteca “Serenissima” è stata una delle prime enoteche pubbliche d’Italia.

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni