cibo, vino e quantobasta per essere felici

Curzul allo scalogno e fagioli dall’occhio

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Curzul allo scalogno e fagiolo dall'occhioCurzul allo scalogno e fagiolo dall'occhio

Considerati la “carne dei poveri”, i fagioli erano ben noti alle famiglie contadine del passato. L'azienda Melandri Gaudenzio ha deciso di valorizzarne alcune produzioni. Qui una ricetta con il fagiolo dall'occhio, detto anche “dolico”, di piccola pezzatura, che prende il nome dalla tipica cerchiatura nera in corrispondenza dell’ilo. Ha buccia sottile, pasta cremosa e gusto erbaceo. Ma prima di proseguire dobbiamo speigare a chi non losa che sono i curzul: onoscete i “curzul” ? Sono una pasta fresca tipica della provincia di Ravenna in particolare del faentino. Il loro nome deriva dalla forma dialettale con la quale venivano chiamati i laccetti delle scarpe, quelli fatti con stringhe di cuoio a sezione quadrata.

 

Ingredienti

Per la pasta

  • 300 g di farina
  • 3 uova

Per il condimento

  • 200 g di scalogno
  • 100 g di fagioli dall’occhio Romagna
  • olio extravergine d’oliva
  • q.b. sale
  • q.b. Parmigiano Reggiano Dop

 

Preparazione

  1. Mettete in ammollo i Fagioli Dall’Occhio Romagna  per 8 ore in acqua fredda.
  2. Mondate gli scalogni e tagliateli a rondelle, fateli rosolare pochi minuti in una padella con dell’olio extravergine d’oliva.
  3. Aggiungete i Fagioli dall’Occhio nero scolati dall’acqua di ammollo e allungate con una tazza di acqua calda. Fate cuocere per circa 45 minuti aggiungendo acqua se necessario. A cottura ultimata il sugo dovrà essere piuttosto asciutto, regolate di sale.
  4. Lavorate la farina con le uova fino a formare un panetto liscio, lasciate riposare la pasta per 30 minuti coperta da una ciotola. Stendete la pasta con uno spessore di 2-3 millimetri, lasciate asciugare per 30 minuti poi arrotolatela e praticate dei tagli da 2 millimetri, srotolate la pasta.
  5. Cuocete i curzul in abbondante acqua salata, scolateli e metteteli nella padella con il sugo, lasciate insaporire qualche minuto e unite parmigiano a piacere, servite subito.

Al sugo si possono aggiungere anche pomodori freschi o pelati.

Per valorizzare i fagioli Gusto&Territorio, Melandri Gaudenzio si è avvalsa della collaborazione della foodblogger Tiziana Molti, romagnola DOC, che ha rivisitato ricette tipiche di un menù della tradizione, dall’antipasto al dolce, per tornare a gustare i veri sapori di una volta.


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.