cibo, vino e quantobasta per essere felici

Vinnatur, dopo Villa Favorita si pensa a Copenaghen

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Prossima tappa di Vinnatur a Copenaghen per un banco d'assaggio con 74 produttori il 28 e 29 maggio 2017.  "Da questa edizione di Villa Favorita abbiamo avuto la conferma che si guarda con grandissima attenzione al nostro lavoro. Abbiamo ricevuto numerosissime richieste - racconta Angiolino Maule, Presidente di Vinnatur - di organizzare eventi in altre parti del mondo. Abbiamo deciso di iniziare da Copenaghen perchè la Danimarca è sicuramente uno dei mercati più ricettivi verso i vini naturali".  Nei tre giorni di Villa Favorita più di 4000 persone hanno riempito i saloni. Un pubblico attento e preparato, composto da semplici appassionati, da gestori di locali ed enoteche, e da moltissimi importatori, provenienti da ogni parte del mondo, ha potuto assaggiare i vini dei 170 vignaioli presenti. Il successo della manifestazione riconferma la fiducia dei consumatori nel vino naturale e in chi lo produce e che va sicuramente al di là della moda del momento. “Il disciplinare e il piano di controllo che stiamo seguendo - continua Maule - sono il risultato di scelte condivise e partecipate tra tutti i soci e non imposte dall'alto, cosa ben capita da chi acquista il nostro vino. Quello che differenzia i vignaioli aderenti a Vinnatur e che sta alla base del nostro lavoro è la fiducia nella ricerca e la consapevolezza che solo attraverso la sperimentazione si può arrivare ad ottenere un prodotto valido nel pieno rispetto del territorio e della natura".

Prima di Copenaghen è in programma un'altra occasione per gli appassionati italiani di degustare i vini prodotti dai soci di Vinnatur. Domenica 30 aprile 2017 a Genova ci sarà Vinicoli, un percorso enogastronomico a tappe, ideato in collaborazione con Papille Clandestine, per scoprire i vini di sette produttori abbinati a specialità gastronomiche liguri in sette locali del centro storico di Genova.


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.