cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Torna in FVG il concorso Mondiale del Sauvignon

 

Nel 2019, per il suo 10° anniversario, il Concours Mondial du Sauvignon tornerà in Friuli Venezia Giulia. “Le motivazioni di questa scelta rese note a Graz - dove si è svolto nei giorni scorsi l'edizione del 2018 del Concours Mondial, spiega l’assessore regionale alle Risorse agricole Cristiano Shaurli - sono per noi motivo di grande orgoglio, in quanto legate alla continua crescita qualitativa dei nostri vini, a partire dal sauvignon, e alla capacità organizzativa e di accoglienza, già dimostrate nell’edizione 2015. È questa una soddisfazione che voglio condividere con viticoltori, Consorzi e territorio: lavorando uniti, abbiamo dimostrato che per superare momenti difficili non serve lamentarsi bensì credere con forza alle nostre capacità ed alla grande qualità dei nostri prodotti. In un momento in cui si registra una forte crescita di alcuni vitigni nella nostra regione”, conclude Shaurli, “bisogna accompagnarne e valorizzare la qualità”. “Siamo orgogliosi”, aggiunge Adriano Gigante, vice presidente del Consorzio DOCFVG, “che una piccola regione, come il Friuli Venezia Giulia, possa rappresentare l’Italia ad una competizione internazionale, dove arrivano mille campioni da tutti i continenti”. Nella foto: da sx: Thomas Costenoble, Direttore del Concours Mondial du Sauvignon, Cristiano Shaurli, Assessore regionale alle Risorse Agricole e Forestali, Stefan Potzinger, Presidente dell’associazione interprofessionale dei vini della Stiria. 

Oltre 950 vini provenienti da 26 paesi. 70 degustatori provenienti da 18 paesi tra cui Sud Africa, Giappone e Nuova Zelanda. 113 medaglie d’oro (Francia, Austria, Nuova Zelanda, Germania, Slovacchia, Spagna, Italia, Bulgaria, Grecia, Sud Africa, Romania e Repubblica Ceca) e 176 medaglie d’argento (tra i vincitori, Portogallo, Serbia e Slovenia). 6 medaglie d'oro e 12 medaglie d'argento al Sauvignon friulano. Sono stati attributi dei trofei speciali Rivelazione ai vini che hanno ottenuto il miglior punteggio. I 6 Trofei Rivelazione sono stati attribuiti a:

2018 Rivelazione Sauvignon non Barricato:
Fournier Père et Fils, Grande Cuvée 2015, Pouilly-Fumé, Francia

2018 Rivelazione Sauvignon Barricato:
Clos Henri Vineyard, Clos Henri Sauvignon blanc 2016, Marlborough, Nuova Zelanda

2018 Rivelazione Assemblaggio:
Domaine Haut Marin, Amande 2 Colombard & Sauvignon 2017, IGP Côtes de Gascogne, Francia

2018 Rivelazione Sauvignon Biologico:
Domaine Baron, La Fût Nambule Sauvignon Blanc 2016, Touraine, Francia

2018 Trofeo Dubourdieu:
Weingut Kodolitsch, Sauvignon Blanc Rosengarten Reserve 2015, Stiria, Austria

2018 Rivelazione Sauvignon Dolce:
Ewald Zweytick Wein, SB Sauvignon Blanc Trockenbeerenauslese 2015, Stiria, Austria

L’elenco completo dei vincitori è disponibile QUI

 

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni