cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Il Sauvignonasse di Marjan Simčič

“Il Sauvignonasse non è altro che Tocai (oggi Friulano), un vitigno che però da sempre è stato coltivato non solo in Friuli e nel Collio friulano, ma anche - da secoli - nel Brda sloveno - spiega  Marjan Simčič  alla degustazione delle sue annate più recenti (2015, 2014, 2013) proposte in degustazione al Caffé Vatta di Opicina. I nostri vigneti, racconta orgoglioso, hanno più di quarant’anni e vengono coltivati nella Zegla: zona più bassa del Brda, caratterizzata da un terreno umido e argilloso", Ho partecipato per qb quantobasta alla degustazione guidata, che prevedeva anche l'assaggio della Ribolla gialla nella linea superiore "Opoka", annata 2009.

Ecco una breve sintesi dei tre Sauvignonasse che ho assaggiato:

Sauvignonasse 2015 (12,5% alcol). Cristallino, colore giallo paglierino con riflessi verdolini. Al naso fiori bianchi e frutta a pasta bianca, il sorso è fresco con chiusura sapida. Potremmo definirlo giovane, dinamico e vivace. Di facile beva.
Sauvignonasse 2014 (12,5% alcol). L'annata piovosa ha conferito una maggior acidità a discapito dell’alcolicità; il vino si presenta giallo paglierino, al naso un bouquet di fiori gialli accompagnati da un leggero sentore vegetale e di frutta secca. Il sorso è lineare e rispecchia la tipicità del vitigno.
Sauvignonasse 2013 (13% alcol). Annata molto favorevole al vitigno, il vino nel bicchiere risplende con una notevole carica cromatica: giallo paglierino intenso; profumi evoluti di fiori appassiti e di melissa citronella, attraversati da un sentore vegetale e di salsedine. In bocca è avvolgente, strutturato e persistente.

Ribolla gialla Opoka 2009 (13,5 % alcol)

Questo vino è il frutto di vigneti di sessant’anni piantati nella parte alta del Brda sloveno, la macerazione sulle bucce è prolungata fino a due settimane, procedendo poi con un affinamento di due anni in botti grandi. Il risultato è un vino dal colore dorato, di buona consistenza, dove spiccano profumi di frutta essiccata come albicocca e mela, non mancano la frutta secca e il miele millefiori. Il sorso è pieno ed equilibrato con una chiusura piacevolmente amarognola.

 

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.