cibo, vino e quantobasta per essere felici

Acquista la copia digitale!

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

I vini dolci del FVG con Friulano&friends

Il Friulano e gli altri vini del FVG sono stati i protagonisti di un week end ricco di appuntamenti all’insegna del Friulano&friends al Castello di Susans
Sono stati anche proclamati i vincitori della Selezione dedicata a "I vini dolci del Friuli Venezia Giulia": il Picolit DOCG 2008 dell'azienda  Aquila del Torre, il Verduzzo friulano Cratis 2009 dell'azienda Scubla Roberto e per la categoria vini dolci il Tal Lùc 2008 dell'azienda Lis Neris.
Ha introdotto la cerimonia di premiazione il presidente di entrambe le Commissioni Friulano&friends, Ian D’Agata, responsabile

 

per l’Italia, l’Alsazia, Bordeaux e il Canada, dell’International Wine Cellar e corrispondente dall’Italia per Decanter e Le Figaro.

Tuttavia il coinvolgimento degli altri vini del FVG, e del Friulano in primis, è iniziato già nel pomeriggio di venerdì 14 dicembre con il “Master of Friulano – Trofeo Miglior Sommelier del Friulano”, il concorso organizzato dall’Associazione Italiana Sommelier del Friuli Venezia Giulia e rivolto a una decina di sommelier professionisti. Il Master si è articolato in una prova scritta e un’altra pratica (quest’ultima aperta al pubblico che ha potuto assistervi).

La premiazione del vincitore del Master, che ha riconosciuto come Miglior Sommelier del Friulano il veneziano Ottavio Venditto, è avvenuta durante la cena di gala tenutasi nella stessa serata. Come da programma venerdì 14 pomeriggio si sono susseguite le presentazioni a cura dall’Agenzia regionale per lo sviluppo rurale del FVG – ERSA, riguardanti il Calendario ERSA 2013 “La nostra terra parla Friulano” (una raccolta di immagini del vitigno Tocai friulano scattate da Dario Di Gallo e Stefano Zanini, fotografi appassionati del Corpo forestale regionale, è stata proiettata per la prima volta proprio a Susans accompagnata dalla lettura dalle note poetiche composte, in esclusiva, da Gian Mario Villalta, premio Viareggio 2011 per la poesia), lo Speciale Bibenda dedicato al FVG (un appassionato e accattivante viaggio attraverso le delizie enogastronomiche e le ricchezze artistiche e naturalistiche della regione), la Guida Vini e Ristoranti - FVG ottenuta dal compendio della parte dedicata alla regione estrapolata dalle due omonime pubblicazioni nazionali edite dal gruppo editoriale de L’Espresso.

Un talk show su “L’identità del vino del Friuli Venezia Giulia” animato dagli  interventi di Franco Maria Ricci, editore di Bibenda - Mirko Bellini, Direttore Generale di Ersa - Giorgio Badin, Presidente del Consorzio Doc – FVG e moderato da  Omar Monestier, direttore del Messaggero Veneto, ha rappresentato un momento di confronto importante con i produttori vitivinicoli della regione.

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni