cibo, vino e quantobasta per essere felici

Decanter apre ai vini arancioni

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

londonistlondonistAnche Decanter si apre ai vini Arancioni.  Il gruppo di degustatori composto da Christelle Guibert, Isabelle Legeron e Simon Woolf ha selezionato 24 vini top tra gli arancioni da tutto il mondo. Non sappiamo ovviamente quanti siano stati degustati, ma ben il 25% dei top 24 provengono da il Collio e il Carso, sia italiano che sloveno. La Malvasia e la Ribolla gialla sono i vitigni che la fanno da padrone confermando che sono quelli più adatti alle lunghe macerazioni. Ma andiamo per ordine: con 17,75 ventesimi (pari a 92 centesimi) ci sono Stekar (Brda, ovvero Collio, Sloveno) con la sua Ribolla 2007 e Mlecnik (Vipavska Slovenia) con la sua Cuvée Ana (composta da chardonnay, malvasia, tocai, ribolla e pinela) del 2009; con 17,25 ventesimi (pari a 90 centesimi) La Castellada (Collio Italiano ma nella collina di Oslavia) con la sua Ribolla gialla 2009; con 16,75 ventesimi (pari a 89 centesimi) Gravner (Collio Italiano ma nella collina di Oslavia) con la sua Ribolla gialla 2006,Skerk (Carso Italiano) con il suo Ograde 2011 (composto da malvasia, vitovska, sauvignon e pinot grigio), Skerli (Carso Italiano) con la Malvasia 2009.
Tutti i vini sono prodotti in collina, a parte quelli del Carso che è un altipiano, e tutti sono VINI VECCHI. Anzi si dovrebbe dire DIVERSAMENTE GIOVANI. Finalmente i grandi vini bianchi maturi cominciano ad essere capiti ed apprezzati. Io ho l’onore di averli degustati, più e più volte, tutti questi magnifici sei. Ognuno  mi ha regalato sensazioni molto intese e coinvolgenti, un insieme di emozioni, un sogno; ognuno mi ha raccontato una storia di terre e di  uomini e di fatica e di progetti, ognuno mi ha mostrato la sua anima.
Per conoscere tutta la classifica


Copyright © 2009-2021 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.