fbpx
cibo, vino e quantobasta per essere felici

Tradizione gastronomica ed enoica del Carso

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

emozione fvgemozione fvg#emozionefvg Duino Aurisina Città del Vino 2022. Prima di cominciare a raccontarvi il ricco programma della Città del Vino 2022 che comprende appuntamenti in tutta la regione FVG, vi proponiamo un breve sunto delle ricchezze della tradizione  gastromica del Carso. Infatti "sedersi a tavola, sul Carso, è un’esperienza". La cucina si fonda sulla genuinità degli ingredienti, i piatti sono sempre accompagnati da un buon vino autoctono. Si inizia con salumi affettati ad arte e si può gustare anche il prosciutto cotto nel pane. Sughi d’arrosto e selvaggina sono i condimenti per gnocchi e pasta fatta in casa (bljeki). Tra i minestroni, tipica è la jota,  con fagioli e crauti insaporiti da cotenne di maiale.
Le carni si possono gustare alla griglia o bollite servite con kren (rafano). Sul mare si riconosce l’influenza veneta con brodetto di pesce, sardoni in savor e le cozze (pedoci, in triestino). La tradizione mitteleuropea, con i suoi dolci (gli strudel di mele, di noci e di ricotta, le pinze e i presniz chiudono la lista delle portate. Tra i prodotti tipici: miele, formaggi, olio di oliva frutto dell'impegno di piccole aziende che lavorano nel rispetto della tradizione.

Potrebbe interessarti anche saperne di più sulla Cerimonia di insediamento nel castello di Duino  
VINI
La vite del Carso è un miracolo scaturito dalla tenace gestione di una terra rocciosa e spazzata dalla bora. Le pergole d’uva appaiono talvolta come un miraggio nella frastagliata e scoscesa dinamica dell’altipiano. Ai cultori dei vini autoctoni il rosso Terrano, la bianca Malvasia, le inedite Vitovska e Glera offriranno intenso appagamento.

mare e vitovskamare e vitovska
LE OSMIZZE
Attraversando i paesi carsici, agli incroci e in prossimità di alcune abitazioni, è visibile un ramo di edera o una frasca con altro fogliame. È il segno che indica  la presenza di una osmizza: si tratta di un’offerta turistica assolutamente unica. visogliano pernarcic  ph osmizavisogliano pernarcic ph osmiza
L’origine di questi golosi luoghi di ristoro risale ai tempi di Maria Teresa, quando l’imperatrice concesse ai contadini locali il permesso di vendita diretta
del vino e di alcuni prodotti (pane, uova sode e insaccati fatti con i loro animali) presso la propria abitazione, in cantina o nel cortile,  per un periodo di 8 giorni (dallo sloveno otto si dice osem).

spuntino a ceroglie ph osmizaspuntino a ceroglie ph osmiza

Per chi vuole scoprire il Carso è quasi d’obbligo visitare almeno un’osmizza (dopo che le avrete scoperte diventeranno certamente una piacevole e irrinunciabile abitudine). Brindate alla nostra e vostra salute con Refosco, Terrano, Malvasia e Vitovska! 
Ricordate però che le osmizze sono aperte in periodi diversi dell’anno, quindi è bene informarsi.
AGRITURISMI
Accanto alle frasche sul Carso sono fiorite in questi ultimi anni interessanti aziende agrituristiche capaci di coniugare l’offerta di soggiorno con quella enogastronomica. Nel relax di case rustiche ma con tutti i moderno comfort circondati dal verde per un'immersione nell'autentico spirito carsolino. 


Copyright © 2009-2022 QUBI' Editore
Riproduzione riservata