• Home
  • Luoghi
  • La corsa della bora-otto distanze per altrettanti livelli di preparazione

La corsa della bora-otto distanze per altrettanti livelli di preparazione

la corsa della borala corsa della bora

La corsa della bora: otto distanze per altrettanti livelli di preparazione. I percorsi. Le dichiarazioni degli organizzatori e delle autorità. 

Le gare. Epifania  in marcia 

Il Terran Trail 38K (ex Ecomarathon),partirà da piazza Unità a Trieste per raggiungere le vigne e le grotte del Carso.

S1 Urban Trail 28k, in partenza dal Molo Audace darà spazio al centro triestino e alla corsa urbana.

La S1 Family 13k, passeggiata inclusiva per tutta la famiglia, quest’anno ricalcherà il tratto finale di tutte le corse. Per i non professionisti, un’occasione per assaggiare le emozioni di una competitiva e fare una passeggiata panoramica lungo la strada costiera chiusa al traffico.

corsa per famiglie ph Matteo Indricorsa per famiglie ph Matteo Indri

80k Night Trail  è la corsa “notturna” da Sgonico che attraverserà l’altipiano carsico sotto il cielo stellato.

La 21k partirà da Prosecco.

La 57k partirà da Basovizza. 

Le restanti gare, escluso l’Ipertrail a tappe dal 2 al 6 gennaio, si terranno nella sola giornata dell’Epifania.

Torna per il secondo anno la goliardica Corsa della Birra, in orario serale, venerdì 5 gennaio 2024, nel borgo di Portopiccolo illuminato. 

traguardotraguardo

Un’esperienza per tutti, non solo per gli agonisti, un evento che valorizza il Friuli Venezia Giulia e la vicina Slovenia con scorci di rara bellezza lungo vigneti, antichi sentieri dei pescatori, foreste da fiaba, grotte e bunker della Grande Guerra. Un appuntamento annuale che fa vivere l’economia locale in bassa stagione e promuove il territorio anche attraverso il “cibo vero” delle aziende locali, servito nei punti ristoro.

s1 logo s1 logo

Gli interventi  Clicca QUI per leggere il report della conferenza stampa

Il presidente dell’Asd SentieroUNO Tommaso de Mottoni: “Siamo molto soddisfatti perché abbiamo battuto un record: siamo riusciti ad avere una distanza di punta, la 164k, con quasi una nazione ogni due concorrenti. Un risultato incredibile perché significa che la gara è vista a livello mondiale come un elemento di interesse turistico e di scoperta del territorio. Per tutte le distanze ci sono stati quasi 2100 iscritti per oltre 40 nazioni, un risultato molto buono in un anno come questo in cui si sono viste delle contrazioni di presenze e due storici eventi di trailrunning in regione hanno dovuto chiudere per mancanza di iscrizioni”.

Il sindaco di Trieste Roberto Dipiazza ha dichiarato che “La Corsa della Bora è un evento fantastico: un bravo quindi agli organizzatori perché si tratta di una manifestazione molto bella”, che “costituisce una grande vetrina per la Venezia Giulia”. Intervenuto sul tema tramite una nota anche l’Assessore regionale allo Sport Mario Anzil, il quale ha spiegato che la Corsa della Bora “rappresenta il tipico esempio di manifestazione sportiva capace di unire alla competizione agonistica, sia amatoriale che professionistica, un momento di promozione e valorizzazione del nostro territorio grazie alla moltitudine di atleti e appassionati che ogni anno richiama da tutto il mondo in Friuli Venezia Giulia”.

Il sindaco Gabrovec ha ringraziato l’organizzazione “per aver scelto di nuovo Portopiccolo alla conclusione di questa nuova edizione, che sarà ancora più ricca rispetto alle edizioni precedenti. La Corsa della Bora è una grande festa dello sport, quando parlo del mio territorio la cito sempre come la versione “terra” della grande Barcolana”.

Così il sindaco Klun: “Sono contento che anche quest’anno la nostra valle faccia parte del percorso. Quest’anno la Comunella di Bagnoli parteciperà nel preparare uno dei più importanti punti di ristoro e i nostri vigili saranno disponibili per seguire la corsa e dare sicurezza nelle nostre strade”.

La sindaca Hrovatin ha poi parlato di “una corsa che richiama sportivi amanti del turismo, ed è bello che arrivino in un periodo post feste, perché si riempiono gli alberghi locali sul territorio. Un territorio che si presta a questo tipo di attività”. Il vicesindaco Verša ha quindi spiegato che “Il nostro Comune è giornalmente frequentato da tanti amatori sportivi e questo evento è una corona su queste attività che a volte non si vedono. È bello riuscire, con questa manifestazione, a congiungere i due paesi limitrofi, perché storicamente questa era una comunità unica”.

Giorgio Mior (AICS FVG) ha rilevato che “in ogni edizione ci sono percorsi innovativi con peculiarità non ancora sondate, un valore aggiunto di questa importantissima manifestazione”, specialmente in un periodo segnato dalle “ricadute complicatissime che la riforma dello sport sta portando a questo settore”. Per Ernesto Mari (CONI Trieste) la gara “è la prima manifestazione del 2024 veramente importante e fa conoscere totalmente il bellissimo territorio della nostra provincia”.

Massimo Romita ha infine ringraziato l’organizzazione per “un grande progetto per il nostro territorio, che ha superato indenne i due terribili anni di pandemia”.

Hanno partecipato alla conferenza stampa anche Andrea Clemente e Adriano Rinaldi del Soccorso Alpino e Speleologico di Trieste. Il CNSAS seguirà la gara con una squadra di medici e infermieri per vigilare sulla sicurezza degli atleti.

Tutti i dettagli della Corsa della Bora QUI  

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .
Privacy Policy