cibo, vino e quantobasta per essere felici

A Muggia l'ultima tappa dell'Alpe Adria Trail

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Venerdì 28 aprile 2017 alle 10.30 si inaugura a Muggia l’ultima tappa dell’itinerario transfrontaliero Alpe Adria Trail. Appuntamento in piazzale Caliterna per l’installazione del totem informativo dell’ultima tappa del percorso di trekking transfrontaliero Alpe Adria Trail. Muggia rappresenta il punto di arrivo dell’itinerario che per 750 km unisce la montagna più alta dell’Austria, il Großglockner, con il mare Adriatico passando per la Carinzia, la Slovenia e il Friuli Venezia Giulia. Per segnalare ai turisti ed escursionisti le 43 tappe dell’Alpe Adria Trail, in ognuna è stato apposto un’installazione a forma di camminatore con uno zaino, al cui interno è stato applicato un pannello informativo con tutti i dettagli sulla località e il percorso che, in questo caso, da San Dorligo della Valle arriva fino a Muggia.

L’Alpe Adria Trail è un esempio virtuoso di collaborazione tra le Regioni dell’Alpe Adria. Il partnerariato del progetto, composto da PromoTurismoFVG, Consorzio di promozione turistica del Tarvisiano, di Sella Nevea e di Passo Pramollo, l’Ufficio turistico carinziano Kärtnen Werbung e l’Ufficio del turismo della Slovenia, ha come obiettivo la promozione di un prodotto turistico coordinato, la valorizzazione dell’ampia offerta del territorio e il potenziamento della cooperazione transfrontaliera nel settore turistico. Il percorso, inoltre, si inserisce nel programma di promozione del turismo slow su cui il Friuli Venezia Giulia sta puntando come previsto dal Piano del turismo 2014-2018. Il prodotto turistico legato alle attività all’aria aperta e in particolare al trekking, sta del resto registrando un’interessante trend in crescita. L’itinerario completo parte dalle montagne della Carinzia, entra in Slovenia a Kransjka Gora per proseguire nella Valle dell’Isonzo, addentrarsi nelle Alpi Giulie, raggiungere Bovec e arrivare a Caporetto e Tolmino. Si giunge, poi, in Italia per scoprire, solo per citare alcune delle tappe principali, le Valli del Natisone e Cividale del Friuli, il Collio, il Carso e il porto di Muggia.

Ciascuna tappa ha una lunghezza media di 20 km e tutte, come anche la 43esima da San Dorligo della Valle fino a Muggia che ne conta 14, può essere percorsa in entrambi i sensi o solo per una parte a seconda del proprio stato di allenamento e del paesaggio che si predilige. L’obiettivo infatti non è quello di arrivare in fondo ma di gustarsi il territorio, scoprirne le peculiarità oltre che le differenze e similitudini dei tre diversi Paesi. Si tratta, inoltre, di un’esperienza adatta a tutti grazie alla diversità di livello delle tappe: dagli escursionisti più esperti ai principianti fino alle famiglie composte anche da bambini di ogni età. Questa ultima tappa dell’Alpe Adria Trail, in particolare, segue il sentiero numero 1 del CAI: dopo aver lasciato la frazione Caresana di San Dorligo della Valle e aver proseguito fino a Noghere, si cammina lungo la provinciale SP13 passando vicino al biotopo dei Laghetti delle Noghere. Da qui il sentiero del CAI raggiunge la chiesetta di Santa Barbara sulle colline di Muggia e scende, per concludersi, fino al centro storico.

Muggia e scende, per concludersi, fino al centro storico.

Gli amanti della montagna e coloro che vogliono scoprire il fascino di attraversare a piedi in pochi giorni in 3 Paesi diversi, possono intraprendere il Giro delle 3 Nazioni: 123 Km da percorrere in 7 tappe giornaliere tra Carinzia, Slovenia e Italia, nel territorio del Tarvisiano, che costituiscono la variante breve dell'Alpe Adria Trail.


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.