Viva Peppe Guida. Gli sfizi vanno soddisfatti

alcuni antipasti di Peppe Guida alcuni antipasti di Peppe Guida "Quando, qualche anno fa, ho pensato a come impostare il menù per Villa Rosa B&B ho subito pensato a un antipasto che fosse uno sfizio dopo l'altro. E gli sfizi bisogna toglierseli o no?" Peppe Guida dixit. Certo che sì! Quindi per prima cosa vi indichiamo l'indirizzo di questo ristorante straordinario pieno di amore per la propria terra e traboccante del desiderio di condividere questo amore con gli ospiti. Non solo mentre siamo concretamente seduti a tavola lasciandoci cullare dalle proposte della cucina, ma anche con i video tutorial delle ricette e una deliziosa pagina facebook. 

Villa Rosa. La casa di Lella. via Alberi 100, Alberi (Napoli)  e naturalmente anche: Antica Osteria Nonna Rosa, 1 stella Michelin, dimora seicentesca con muri di tufo e affreschi, via privata Bonea (con il navigatore via Laudano 1) Vico Equense (Napoli) sono gli indirizzi da segnarvi sull'agenda. Nella foto di apertura: l'Aria Fritta vi da il benvenuto e poi piccoli assaggi di tante cose, alcune vengono dall'orto (melanzane, pomodori etc.) altre le trasforma la cucina (il tonno e le alici). E la pasta e fagioli (o patate o lenticchie o ceci) del giorno prima, bella arruscata arruscata 😋
E una cosa che non manca mai è la caponata fatta con i pomodori e i vascuott di Agerola. 

Il vascuotto di Agerola 

vascuotto di agerola tarallificio la torre vascuotto di agerola tarallificio la torre

Il vascuotto di Agerola è un biscotto preparato con acqua, sale e farina integrale di frumento, mais o farina integrale e ovviamente con il lievito madre. Come dice la parola è cotto due volte: una per 15 minuti nel forno a legna e poi quando si è affreddato, viene ripassato nel forno a fascina per toglierne l’umidità. Prima di mangiarlo va bagnato leggermente nell’acqua, cosi fuoriesce tutta la sua fraganza di pane tradizionale. Per gustarli al meglio li si condisce con olio d’oliva, origano, sale e pomodori freschi o pomodorini, così da preparare la cosiddetta caponata, aggiungendo anche del tonno. 

 E chest'è per usare l'esoressione che lo chef usa sempre alla fine dei suoi racconti.  

still life mediterraneo nstill life mediterraneo n

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .
Privacy Policy