cibo, vino e quantobasta per essere felici

Canederli di vongole e alghe, con intingolo di garuse

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Gunter Piccolruaz della Trattoria Antica FortunaGunter Piccolruaz della Trattoria Antica FortunaLo chef dell'Antica Fortuna di Grado Gunter Piccolruaz a rappresentare la cucina della laguna in alta quota alla Chef’s Cup Sudtirol:è stao invitato da Norbert Niederkofler ideatore nel 2004 della Chef’s Cup Sudtirol che si svolge tra le nevi dell’Alta Badia. Gunter è nato in Val Badia ma ormai si sente adottato dalla Famiglia Toso che gestisce l’Antica Trattoria alla Fortuna nel centro dell’isola gradese.

La manifestazione, giunta ormai alla decima edizione, si riconferma negli anni un appuntamento gourmand e lifestyle, che raduna i principali protagonisti della migliore cucina nazionale e internazionale, in una cornice mozzafiato ed eccellente come quella dell’Alta badia. A sostegno di questa tradizionale festa due tra i più rinomati ristoranti della zona, il St. Hubertus - relais & chateaux  Rosa alpina e il  ristorante La siriola - hotel ciasa salares. Ad accogliere amici e colleghi provenienti da tutta italia e dal mondo anche il ristorante Pomiroeu di Seregno da anni sostenitore dell'evento.


La filosofia dell'evento è semplice "UN INCONTRO TRA CHEF, IN UN CONTESTO INFORMALE, PER RITROVARSI A CHIACCHIERARE SULLE NUOVE TENDENZE IN CUCINA SENZA GAREGGIARE TRA I FORNELLI, MA GAREGGIANDO SULLA NEVE". Tutti i professionisti presenti infatti, condividono in maniera unanime l’obiettivo di mantenere alti i parametri di qualità e di prodotto territoriale, di artigianalità e selezione delle materie prime, fattori indispensabili che fanno della qualità del prodotto italiano in cucina, un valore unico nel panorama internazionale. L’edizione 2015  è durata un’intera settimana, dal 18 al 23 gennaio 2015, aprendo molte delle sue attività al pubblico tra  sport, divertimento, cucina e incontri.  Lo Chef Gunter affiancato dal titolare e dai collaboratori Dell’Antica Trattoria alla Fortuna,  ha partecipato alla “Cena in Alta Quota” presso il Club Moritzino presentando un piatto che rappresenta la completa fusione delle sue origini e della laguna “Canederli di vongole e alghe con intingolo di garuse e la sua cruditè”.

Alla cena presenti anche Giuseppe Cuttaia, La Madia di Licata; Filippo La Mantia, La Mantia Milano di Roma; Giancarlo Morelli, Pomiroue di Seregno; Robert Ortiz, Lima di Londra; Marco Spinalli, Club Moritzino di La Villa; Graziano Prest, Tivoli di Cortina d’Ampezzo; Oliver Piras, Aga di San Vito di Cadore; Andrea Campi, Osteria del Dosso di Aprica; Ernst Knam, Pasticceria Knam di Milano.
 



Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.