cibo, vino e quantobasta per essere felici

Lussekatter i dolcetti svedesi con lo zafferano

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

lussekatter by arla.selussekatter by arla.se

Le focaccine natalizie svedesi a base di uvetta e zafferano sono diffuse in tutta la Svezia e vengono tradizionalmente servite il 13 dicembre, giorno di Santa Lucia. Il loro nome è Lussekatter, che all'incirca significa "i gatti di Lucia". Sono i dolci tradizionali del Solstizio e del desiderio di luce (il 13 dicembre è il giorno più corto dell'anno, come luce s'intende; il nome Lucia racchiude in sè il significato di luce, come il nome Lucifero del resto, ed ecco il significato del gatto demoniaco la cui coda è rappresentata nel dolcetto).

Insomma, la storia di questi bisoctti e del perchè sono così diffusi in Svezia è molto interessante e su wikipedia potete approfondire le varie ipotesi che cercano di spiegare come quando e perchè una santa martire siciliana (Lucia nacque a Siracusa) sia così celebrata in Svezia. Certo anche noi in Friuli, dove santa Lucia è amatissima per essere la portatrice di doni ai più piccoli potremmo porci la stessa domanda, ma la risposta noi ce l'abbiamo: la tradizione l'ha diffusa Venezia, a lungo dominatrice in queste nostre terre. E' proprio a Venezia infatti che si trovano le spoglie della santa, trafugate da un Doge. in tempi passati. E dalla Serenissima la tradizione della santa si diffuse e si radicò anche in Istria, scavalcando però Trieste, dove nulla è riuscito a scalfire il prestigio munifico di san Nicolò. 

Ebbene, arriviamo alla ricetta: segnaliamo ancora che i dolcetti sono simili a molti altri del periodo con uvetta ecc, ma si distinguono per un elemento fondamentale la presenza dello zafferano che colora di giallo le focaccine trasformandole in piccoli soli o piccole fiammelle che aiutano a cacciare le tenebre. 

 


Ingredienti 

 

Burro 100 g

Latte 3 dl di latte (o in alternativa metà latte e metà acqua)

Farina bianca 550 g

Zucchero 85 g

Zafferano 3 bustine 

Lievito

Sale 1/2 cucchiaino

Uvetta

Uovo per spennellare la superficie 

 

Come fare 


Sciogliere il lievito in un po’ di latte. Nel frattempo mettete in un pentolino, a fuoco basso, il burro e il latte rimanente che si deve solo intiepidire (attenzione quindi a non farlo bollire).

A questo punto versate il composto nella terrina dove avete precedentemente messo il lievito, aggiungete lo zucchero, lo zafferano e il sale, mescolate bene.

Aggiungete l’uovo e la farina, che va versata un po’ per volta, utilizzando un setaccio per non creare grumi.

Impastate bene il tutto e lasciate lievitare a temperatura ambiente per almeno mezz’ora.

L' uvetta ammorbidita si può mettere nell'impasto o può essere aggiunta alla fine, sulle punte delle code a esse, a seconda dei gusti, così come variabile è la quantità di zafferano.

Una volta data la forma e aggiunta l’uvetta, i dolcetti dovranno riposare sulla teglia da forno imburrata (o su carta forno) per almeno un’ora e mezza.

Prima di essere infornati, vanno spennellati con un composto di uovo sbattuto con un po’ di acqua. Cuocere in forno preriscaldato a 240 °C per 5-7 minuti,  fino a  doratura. 

Dopo la cottura lasciateli raffreddare nella teglia. 


Copyright © 2009-2021 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.