cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Chef Roberto Balgisi ristorante Casa Mia: Zuppa del mediterraneo cotta a 65 gradi con cime di rapa affumicate

Ingredienti per 6 persone:

  • Mezza cipolla
  • Mezzo porro
  • Uno spicchio d'aglio
  • 3kg di pesce del mediterraneo (scorfano, cappone reale, dentice, San Pietro, calamari)
  • 3 pomodori ramati
  • Prezzemolo quanto basta
  • Due patate
  • 250 ml di sauvignon blanc
  • Un mazzo di cime di rapa
  • Pistilli di zafferano di navelli
  • Sale e pepe giamaicano a piacere

Procedimento:

Tagliare a brunoise la verdura e fare un soffritto leggero ,aggiungere la patata e il pomodoro.

Bagnare con il sauvignon e lasciare che evapori molto dolcemente, aggiungere l'acqua finché non copra la patata.

Tenendo una cottura molto bassa dimezziamo il liquido di cottura, infine si aggiungono i pesci puliti e tagliati a tranci mantenendo la temperatura molto bassa sui 65 gradi.

5 minuti prima di terminare unire lo zafferano e la scorza d'arancia.

Per affumicare le cime di rapa: in una padella bruciacchiamo dei legnetti di abete poi li riponiamo in forno a 30 gradi ventilato e in una placca a parte le cime di rapa scottate precedentemente.

Lasciare in forno per 4 minuti circa,poi saltare le cime con extravergine di oliva e adagiarle sopra il pesce a piatto ultimato.

Roberto Balgisi

Ristorante a Casa mia 

 

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Gli articoli più letti degli ultimi sette giorni:
(questa finestra si chiuderà automaticamente entro 10 secondi)