cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Vincitori di Filari di bolle 2017

Domenica 23 aprile 2017 alle 17 nella sala consiliare di Palazzo Burovich de Zmajevich dopo l’inaugurazione ufficiale della Sagra del Vino sono stati proclamati i vincitori di Filari di Bolle, Selezione degli Spumanti del Friuli Venezia Giulia, nelle categorie Metodo Charmat Prosecco DOC, Metodo Charmat Spumante Monovarietale, Metodo Charmat Cuvée e Metodo Classico. Una suddivisione che garantisce la massima rappresentatività alle varie anime dell’enologia del Friuli Venezia Giulia, permettendo allo stesso tempo ai membri della giuria presieduta da Venanzio Francescutti e coordinata dalla vicepresidente della Pro Casarsa della Delizia Elisa Rosa, di valutare un ampio numero di aziende con la degustazione anonima delle bottiglie suddivise in base al metodo di spumantizzazione.  In sintesi: tra i monovarietali prende sempre più vigore la Ribolla Gialla (+31% nelle vendite nel 2016), vino sul quale il comparto regionale sta puntando sempre di più tanto che sono già mille gli ettari vocati a questa varietà, a fianco del Prosecco sempre più lanciato nelle vendite a livello internazionale anche grazie al contributo del Friuli Venezia Giulia. Parole di elogio della giuria per le Cuvée e per il metodo Classico che ha imboccato una strada stilistica e tipologica di successo. Quattro vini che rappresentano l’eccellenza della produzione del Friuli Venezia Giulia dalla collina fino alla pianura, premiati con una foto d’autore in bianco e nero delle chiese friulane opera del maestro casarsese Elio Ciol. 

PREMIATI


Per la categoria Metodo Charmat Prosecco Doc il primo premio è andato al Prosecco Doc Extra Dry dell’azienda Pitars di San Martino al Tagliamento.

Nel Metodo Charmat Spumante Monovarietale vittoria per la Ribolla Gialla Brut dell’azienda Ronco dei Pini di Prepotto.

Nel Metodo Charmat Cuvée primato del Naonis Jadér Cuvée Brut dei Viticoltori friulani La Delizia di Casarsa della Delizia. I

Nel Metodo Classico affermazione del Vino Spumante Talento Brut etichetta oro millesimato 2009 dell’Azienda Vigneti Pietro Pittaro di Codroipo.



La giuria presieduta da Venanzio Francescutti, ambasciatore dell’associazione nazionale Città del Vino, e coordinata dalla vicepresidente della Pro Casarsa della Delizia Elisa Rosa, ha visto i giudizi di Renzo Zorzi (presidente Ais Fvg), Gianni Ottogalli (referente Fvg per il Gambero rosso), Giampaolo Gravina (wine writer e noto degustatore), Franco Pallini (sito web di riferimento vinicolo WineNews.it), Simona Migliore (vicedelegata Onav Fvg), Pier Dal Mas (Jeunes Restaurateurs d'Europe), Daniele Calzavara (consigliere nazionale Assoenologi Fvg). “Molte sorprese e novità fin da prima delle due degustazioni che abbiamo effettuato - ha dichiarato Renzo Zorzi presidente Ais Fvg -: abbiamo notato una grande crescita prodotto, della quale siamo felici e che è ormai sotto gli occhi di tutti”. “Il Friuli Venezia Giulia ormai non è più solo vini bianchi ma anche bollicine di buon livello - ha commentato Franco Pallini del sito web  WineNews.it: i produttori stanno mostrando una grande attitudine alla ricerca e devo dire che il metodo classico, in particolare, ha imboccato una strada stilistica e tipologica di successo”. “Le bollicine del Friuli Venezia Giulia hanno ormai un diritto cittadinanza - ha dichiarato Giampaolo Gravina wine writer e noto degustatore - e una strada spianata verso il successo commerciale, a partire dal Prosecco. Ho trovato nel Cuvée un lavoro interessante nel rendere complementari le diverse varietà mentre la Ribolla Gialla è accattivante con una garanzia di successo grazie alla caratterizzazione della sua acidità. Infine devo dire che gli assaggi più interessanti sono stati quelli del metodo classico, con paio di vini da livello nazionale e con una maturità espressiva forte”.

PROMOZIONE VINI SELEZIONATI
Sono stati inoltre selezionati altri 47 vini sui 70 partecipanti (17 per il Metodo Charmat Prosecco Doc, 14 per il Metodo Charmat Monovarietale, 6 per il Metodo Charmat Cuvée, 10 per il Metodo Classico) i quali, insieme ai vincitori, saranno protagonisti degli eventi della Sagra del Vino. Tutti i vini selezionati, compresi i vincitori, saranno infatti serviti nell'Enoteca regionale, gestita dai sommelier dell’Associazione italiana sommelier del Friuli Venezia Giulia, che sarà attiva lungo i festeggiamenti nel giardino dello stesso palazzo municipale Burovich de Zmajevich.

Gli spumanti selezionati saranno proposti  anche nei locali pubblici di Casarsa della Delizia in degustazioni abbinate a prelibatezze culinarie sempre durante i giorni della Sagra del Vino: “Degustando—Filari di bolle”, questo il nome della sezione, si svolgerà all’Hotel ristorante Sporting (metodo Classico abbinato a fettuccine fatte in casa con raguttino d’anatra), Gelateria Delice (sorbetto alle bollicine ), Hotel ristorante Al Posta (24, 25, 29 e 30 aprile alle 19 metodo Charmat spumante monovarietale con la paella), bar agli Amici (degustazione 27 aprile alle 19 per i 90 anni dall’apertura) e Punto d’Ombra (degustazione 29 aprile alle 18).


Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.