cibo, vino e quantobasta per essere felici

Acquista la copia digitale!

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Ducato dei vini friulani

Riconoscimento del vino come alimento e sostegno all'educazione al bere responsabile

Ordine del giorno

"La Dieta d’Autunno del Ducato dei vini friulani, riunita il 28 ottobre 2011 a Cavasso Nuovo, udita

la relazione del Duca Piero I° ed in particolare la denuncia circa le reiterate campagne demonizzatrici nei confronti del vino, tenuto conto

-    delle continua e ingiustificata  colpevolizzazione del vino nonché della impropria equazione alcol uguale vino,


-    che le statistiche elaborate da Istat e ACI attribuiscono a tutte le bevande alcoliche nel loro insieme (superalcolici, cocktails, birra, ecc.)  la responsabilità di solo il 2% degli incidenti,
-    che in ogni caso il "binge drinking" si combatte con una seria azione di educazione al bere responsabile, e non con inutili e  fuorvianti campagne proibizionistiche,
-    che il comparto vitivinicolo è una delle voci fondamentali dell’economia italiana e del Friuli Venezia Giulia, e trainanti dell’export,
-    che numerosi studi eseguiti in varie università italiane e straniere da parte di qualificati ricercatori, e pubblicate su prestigiose riviste scientifiche internazionali come Science, Nature, National Cancer Institute, British Journal of Nutrition. ecc,  hanno dimostrato l’importanza del vino e dei suoi costituenti antiossidanti (resveratrolo e tirosolo) per la salute umana e nella prevenzione di numerose patologie (cardiache, oncologiche, tiroidee, ecc.), quando assunto ai pasti, in modo responsabile e moderato,
-    che la nuova Piramide alimentare della Dieta mediterranea moderna messa a punto dall’Istituro Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN), presentata il 3 novembre 2009 a conclusione della III.a Conferenza Internazionale del CIISCAM (Centro Interuniversitario Internazionale di Studi sulle Culture Alimentari Mediterranee), contempla  il  vino fra gli alimenti
-    che altri stati, come la Spagna, hanno già provveduto a definire per legge il vino come alimento,

 

chiede

 

ai Parlamentari della Regione Friuli Venezia Giulia e alla Regione di farsi promotori in sede parlamentare  di una proposta di legge nazionale
- per il riconoscimento del vino come alimento
- e per il sostegno alle attività di educazione al bere responsabile."

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni