cibo, vino e quantobasta per essere felici

Le Vie delle foto al Double tree by Hilton con Gyula Giulio Salusinzsky

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

 locandina Le vie delle Foto Double tree by Hiltonlocandina Le vie delle Foto Double tree by HiltonAl via la stagione delle mostre fotografiche al Double Tree by Hilton Hotel di Trieste a cura de Le Vie delle Foto con la rassegna di scatti del fotografo ungherese Gyula Giulio Salusinzsky. La mostra è visitabile ogni giorno dalle 16. 00 alle 23. 00 fino al 24 settembre 2020.  Intitolata "Street Portrait-How we really are", la rassegna - aperta dal 10 al 24 settembre presso il Double Tree by Hilton Trieste - inaugura una ricca stagione di eventi espositivi a cura de Le vie delle Foto che si svilupperà per tutto il 2020 e proseguirà fino ad aprile 2021 per concludersi con la mostra fotografica collettiva finale.  L’esposizione è ospitata all'interno dell’esclusivo Berlam Coffee Tea & Cocktail, dove gli ospiti potranno godersi la suggestiva atmosfera novecentesca, sorseggiare un drink e ammirare gli scatti della street photography di Salusinszky.  Inaugurazione il 18 settembre alla presenza dell'artista. Per partecipare all’opening del 18 settembre, scrivere a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Il fotografo ungherese, che vive a Trieste da quasi quarant'anni, insegue i movimenti delle persone per cogliere il loro sguardo, attraverso il quale entrare dentro i suoi personaggi.

Aleksandr Rodcenko: "Non mentire! Fotografa e fatti fotografare! Cristallizzare l’uomo non con un ritratto sintetico, bensì con una moltitudine di istantanee scattate a ore diverse e in diverse condizioni. Dare valore a tutto ciò che è reale e contemporaneo per essere reali"

 

A curare la mostra è Linda Simeone, ideatrice de Le vie delle foto, manifestazione nata nel 2011 il format che da dieci anni trasforma il centro di Trieste, con i suoi esercizi pubblici e locali storici, in un’enorme mostra fotografica, in un’unica, gigantesca galleria. "Sono orgogliosa - commenta la curatrice, Linda Simeone - di far parte dello staff di una struttura così prestigiosa e unica per la preziosità delle sue sale e delle opere racchiuse in questo scrigno che così bene racchiude e rappresenta il meglio dell'arte e delll'architettura triestina del Novecento".

Per prenotare la visita scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

 

 

 

 

 

" data-uid="j2a7j" data-loading-text="Loading...">

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.