cibo, vino e quantobasta per essere felici

Mostra: uve antiche del Friuli

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Grappolo di Ribolla giallaGrappolo di Ribolla gialla

Tavole originali e disegni acquerellati. Immagini ampelografiche dell’800 e dei primi decenni del ‘900

A Buttrio nell’ambito dell’81° Fiera Regionale dei Vini nei giorni 7, 8, 9 giugno si potrà ammirare nelle sale di Villa di Toppo Florio una mostra  di grande impatto e di sicuro interesse. Curata da Duilio Contin,

consente di ammirare immagini rare e importanti che illustrano i come venivano rappresentate le uve  friulane (e italiane) nei tempi passati. Una selezione di immagini ampelografiche originali delle uve coltivate nella regione, opera di celebri disegnatori e pittori dell’Ottocento e dei primi decenni del Novecento. L’esposizione testimonia quanto sia stato da sempre apprezzato il vino friulano e quante siano state le varietà di vitigni, spesso autoctoni, coltivati in Friuli.

Fra le opere in espozizione le tavole dell’Atlante ampelografico dell’agronomo Guido Poggi, pregiata raccolta del 1939 conservata presso la Biblioteca Joppi di Udine. Vi sono raffigurati diciannove vitigni, alcuni di diffusione internazionale, altri di limitata coltivazione locale. I disegni acquerellati sono del pittore friulano Tiburzio Donadon.

Uva Picolit del FriuliUva Picolit del Friuli

Del Poggi è anche questa festosa citazione, con le parole da lui pronunciate in occasione della Terza Fiera del Vino di Buttrio: “In primo piano il tripudio, la lieve euforia o la dolce ebbrezza che i gagliardi prodotti delle solatie vigne e dei fertili pianori pedecollinari provocano gioia di vivere e spensieratezza gioconda... Prodotti meravigliosi dei colli di Rosazzo, dolci Ribolle, squisiti Verduzzi, aromatici Tocai, insuperabile Picolit...”


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.