cibo, vino e quantobasta per essere felici

Acquista la copia digitale!

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Slow wine premia Edi Keber alla carriera

Palazzo BovaraPalazzo Bovara

 

Edi Keber (carriera), Paradiso Manfredi (viticoltura sostenibile), Solo Roero (giovane vignaiolo): sono questi i tre premiati dalla guida Slow wine 2020. Per la prima volta la guida è stata in parte svelata in anteprima a Milano a Palazzo bovara - in attesa del grande appuntamento con i produttori di sabato 12 ottobre 2019 a Montecatini Terme - in un evento della Milano Wine Week durante il quale i curatori, Giancarlo Gariglio e Fabio Giavedoni hanno consegnato i tre premi speciali:

Il premio alla carriera va a Edi Keber (Cormons, GO), portabandiera del suo amato Collio, negli anni ha compiuto scelte coraggiose volte all’esaltazione del terroir, realizzando una sola splendida etichetta e praticando un’agricoltura rispettosa dell’ambiente e della biodiversità. «Il mio sogno è vedere un giorno un vino unico, il Collio condiviso e prodotto da un unico territorio appartenente a due Stati, l’Italia e la Slovenia: sarebbe il vino della prima denominazione transnazionale europea. Purtroppo, se un giorno questo muro sarà abbattuto, chi potrà goderne non sarà la mia generazione ma quella dopo di me» ha dichiarato Edi Keber.

Al Paradiso di Manfredi (Montalcino, SI) va il premio alla viticoltura sostenibile perchè tutto è armonia e attenzione per l’ecosistema e la natura nelle vigne-giardino di Florio Guerrini, armonia e attenzione che si sentono poi nei vibranti rossi di questa cantina. «Abbiamo un suolo e un microclima che ci permettono di non dover intervenire né in vigna né in cantina e di continuare a produrre i nostri vini così come li abbiamo sempre fatti nella nostra famiglia» hanno raccontato Florio Guerrini e la figlia Gioia.

Il premio al giovane vignaiolo va in realtà a un gruppo, SoloRoero: tre giovani vignaioli, delle aziende Valfaccenda con (Canale, CN), Cascina Fornace e Alberto Oggero (queste ultime a Santo Stefano Roero, CN), animati dal grande amore per il Roero, una vitalità la loro in grado di dare una scossa alla denominazione e di aggiungere un rinnovato spirito di cooperazione e confronto che da tanto non si respirava con così tanta forza in Piemonte. «Era il 2014 quando abbiamo raccontato per la prima volta ai ragazzi di Slow Wine il nostro progetto di SoloRoero e sono stati proprio loro i primi a crederci e a sostenerci» hanno ricordato. L’appuntamento con il Roero e con le cantine che avranno la possibilità di raccontarsi all'evento Solovino è per il 21 marzo 2021.

L’appuntamento con la presentazione ufficiale della guida Slow Wine 2020 è sabato 12 ottobre 2019 a Montecatini Terme. Dalle 10,30 al Nuovo Teatro Verdi si terrà il convegno di apertura dedicato a produttori, professionisti e stampa sul tema della formazione sul vino; mentre a partire dalle 14,30 negli spazi delle Terme Tettuccio si terrà la più grande degustazione di vini in Italia, con più di 500 aziende della guida e oltre 1000 vini.

La degustazione è aperta al pubblico, per informazioni e modalità di partecipazione cliccare QUI 

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni