cibo, vino e quantobasta per essere felici

banner visita nostro shop on line

Rosolio 1870: distillato in rosa

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

rosolio Bertagnolli 1870rosolio Bertagnolli 1870ROSOLIO 1870: antichi sapori riscoperti. Di che cosa era ripieno il confetto che la Fata dai capelli turchini regala a Pinocchio? Esatto, rosolio! Come si chiama il corteggiatore della maga amelia nel mondo di Walt Disney? Rosolio! Un  liquore in passato riservato quasi solo alle donne per il suo moderato grado alcolico ma ritenuto di buon auspicio per gli sposi novelli.

Distilleria Bertagnolli ripropone oggi  il suo Rosolio 1870 che nasce dall'infusione di petali di rose, profumati e ricchi di oli essenziali in finissimo alcool, secondo l'a ricetta originale.  

 

La premiata Distilleria Bertagnolli venne fondata nel 1870 a Mezzocorona (Trento), dalla nobildonna Giulia de Kreutzenberg

 

 

ROSOLIO ORIGINALE

Il rosolio pare fosse conosciuto fin dal ‘500. Veniva prodotto, in particolare, nei conventi siciliani dai quali presto si diffuse nei salotti di tutta Italia. Giulia de Kreutzenberg, nobildonna, possidente di vigneti in Piana Rotaliana (nel cuore del Trentino- Alto Adige) e sposa di Edoardo Bertagnolli – erede di una famiglia di farmacisti –raccontava che lo aveva scoperto durante un viaggio in Sicilia ed era riuscita a farsene rivelare la ricetta da una giovane suora. Il Rosolio 1870 – spiega l’AD di Distilleria Bertagnolli, Riccardo Ravasio – ha un gusto molto attuale. Mi ha riportato alla mente un’epoca di buone maniere, di ospitalità discreta e allo stesso tempo elegante. 
Oltre che dai petali di rosa, il nome di questo liquore potrebbe derivare dal latino “ros solis”, che significa “rugiada del sole”. Come altri infusi del genere era considerato ideale per rivestire il ruolo di bevanda di fine pasto e,  grazie al suo grado alcolico moderato (tra 25 e 35%), trovava posto nelle feste di famiglia come battesimi e matrimoni. 
Cocktail Rosa mi manchiCocktail Rosa mi manchi

NUOVO COCKTAIL: ROSA MI MANCHI 

Ecco per voi uno spunto per un cocktail firmato dal barman trentino Marco Botto per Distilleria Bertagnolli. Un omaggio a Giulia de Kreutzenberg. 

 

Che cos'è la rosoliera? Recipiente di vetro o di cristallo, per lo più con bicchierini di stile analogo, usato per conservare e servire il rosolio o altri liquori: vassoio di lacca, nuovo fiammante, che reggeva una magnifica rosoliera, scriveva Pirandello 

 

 


INGREDIENTI

2cl lime
1 cl Bitter Campari
ME1 cl Bikens premium pink
4 cl Rosolio 1870

Orange twist

Tecnica di preparazione: Shake and strain

 


Copyright © 2009-2021 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Stampa questo articolo