cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

A Buttrio si promuove enoturismo ed economia green della filiera del vino

A Buttrio due incontri per promuovere enoturismo ed economia green e sostenibile della filiera del vino nell'ambito della Fiera Regionale dei Vini, con il coordinamento dell’Associazione Nazionale Città del Vino del FVG.  “Vogliamo - spiegato il coordinatore regionaleTiziano Venturini - portare un contributo di idee a largo respiro: dall’enoturismo, che vede in questi giorni i lavori attorno alla nuova legge quadro, alla cosiddetta Triple Bottom Line, ovvero la gestione delle vigne e delle cantine rispettando i principi di sostenibilità non solo economici ma anche ambientali e sociali. Due occasioni di incontro per tracciare quello che sarà il futuro delle nostre terre, dove il vino è sempre più non solo coltura ma anche cultura viva”.

Il primo appuntamento è in programma venerdì 9 giugno 2017 alle 16 in Villa di Toppo Florio; il secondo appuntamento è in programma sabato 10 giugno 2017 alle 10.30 sempre nella Villa di Toppo Florio di Buttrio. Si parlerà della svolta “green” operata in alcune zone vinicole, sia in Europa che in America, per garantire benessere ambientale e sociale attraverso tutta la filiera di produzione. “Una sfida etica - ha concluso Venturini - che i wine lovers, consumatori di riferimento per il mercato enologico, chiederanno sempre più di affrontare ai produttori in un’ottica di scelta dei prodotti più sostenibili alla luce delle nuove tendenze del marketing. In questa tavola rotonda analizzeremo queste linee di tendenza anche alla luce del quadro delle normative europee a partire dalla nuova Pac (Politica agricola comune)”.

Le altre Città del Vino regionali oltre a Buttrio sono Capriva del Friuli, Cormòns, Dolegna del Collio, Gorizia, San Floriano del Collio, Casarsa della Delizia con anche la sua Pro Loco, San Giorgio della Richinvelda, Duino-Aurisina, Aquileia, Bertiolo, Camino al Tagliamento, Chiopris-Viscone, Cividale del Friuli, Corno di Rosazzo, Latisana, Manzano, Nimis, Premariacco, Prepotto, San Giovanni al Natisone, Torreano e Trivignano Udinese, mentre Gradisca d'Isonzo è in attesa di entrare nel gruppo.

 

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Gli articoli più letti degli ultimi sette giorni:
(questa finestra si chiuderà automaticamente entro 10 secondi)