fbpx
cibo, vino e quantobasta per essere felici

Bando per orti urbani a Udine

orti urbaniorti urbani

Pubblicato il bando per l’assegnazione degli orti urbani per il periodo 2021-2026 dal Comune di Udine. Si può presentare domanda fino alle 12.15 di lunedì 1 febbraio 2021. 

Concessione d’uso per la durata di cinque anni di 6 orti urbani ubicati in via Bariglaria, 17 orti in via Zugliano, 1 orto in via Laipacco, 13 orti in via Zucchi, 13 orti in via Pellis e in via Dino Basaldella (ancora in fase di realizzazione).

Gli orti di proprietà comunale destinati alla sola coltivazione di ortaggi, fiori e piccoli frutti a uso del concessionario, sono dotati di acqua, contenitore per attrezzi, composter e spazi comuni.

Il bando è destinato a quattro diverse categorie: Orti per over 65 residenti nel Comune di Udine- Orti per famiglie- Orti per le scuole- Orti per associazioni operanti nell’ambito del Comune di Udine da almeno 1 anno. 

Il bando integrale e i moduli per le domande sono disponibili nel sito internet del Comune di Udine 

info: Comune di Udine Via Lionello 1, tel. 0432 1272615, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..it.

Concorso Ercole Olivario iscrizioni fino al 4 febbraio 2021

Premio Ercole Olivario 2021Premio Ercole Olivario 2021

XXIX° edizione dell’Ercole Olivario, prestigioso concorso dedicato alle eccellenze olearie italiane, per soli produttori di Olio extravergine di Oliva di altissima qualità. Le iscrizioni sono aperte fino al 4 febbraio 2021. 

Tra le novità dell’edizione 2021 due nuove menzioni di merito: la Menzione Impresa Donna e Impresa Digital Communication

 

 

 

Come partecipare a Ercole Olivario 2021. Regolamento completo sul sito. 

Grazie alla collaborazione con i principali attori della filiera agricola, verranno organizzati degli incontri formativi dal mese di marzo 2021, rivolti a tutte le aziende aderenti al concorso.

Il Premio Ercole Olivario è riconosciuto dall’ICE (Istituto per il Commercio Estero), come ambasciatore dell’olio e.v.o. italiano nel mondo, per tale ragione i vincitori e i finalisti saranno protagonisti di azioni promozionali e di incontri con buyer italiani e stranieri, che si terranno in diverse fiere o eventi di settore in Italia e all’estero. Non mancheranno poi momenti promozionali con degustazione degli oli vincitori in varie piazze d'Italia, in occasione di eventi e nelle più importanti fiere dedicate alle eccellenze del Made in Italy.



Bando welfare 2021 della Fondazione Friuli

Fondazione Friuli logoFondazione Friuli logo

Fondazione Friuli. Bando Welfare. Le domande vanno presentate entro il 18 febbraio 2021.  "Salute pubblica e medicina preventiva sono le aree prioritarie di intervento da affrontare, questa iniziativa della Fondazione Friuli ha trovato pieno appoggio della Regione, nell’attuale contesto pandemico assume ancor più significato, in particolar modo se si guarda chi sono i destinatari delle iniziative sostenute. spiega il presidente Giuseppe morandini.  Pensare ai nostri anziani non autosufficienti, ai minori in condizione di disagio, alle persone con disabilità psicofisica, significa dare attenzione alle fasce più deboli che, in questo momento, soffrono ancor più le conseguenze della pandemia.disagio, alle persone con disabilità psicofisica, nonché interventi innovativi a sostegno della domiciliarità, anche attraverso sistemi di telemonitoraggio e teleassistenza".

SEMPLIFICATE LE PROCEDURE PER L’ACCESSO AL BANDO

Friuli Storia: bando per gli studenti delle superiori

friuli storia logofriuli storia logo

Il bando per l’edizione 2021 del Premio Fondazione Friuli Scuole, giunto alla quarta edizione, è rivolto alle scuole secondarie di secondo grado delle province di Udine e Pordenone.  Il tema dell’edizione 2021 è “Giovani storici: raccontare il passato all’alba del XXI secolo”. Due le categorie di concorso previste: una per elaborati con  ricerca originale su un aspetto della storia d’Italia del XX secolo e una per avori artistici e multimediali che abbiano per tema la storia del Novecento o la sua memoria. Confermmato anche per il 2021 il sostegno economico della Fondazione Friuli.  

Per partecipare al bando ci sarà tempo fino al 10 maggio 2021.

info in dettaglio  

 

La cucina è la tua passione? Iscrizioni aperte al Civiform

Civiform aiuto cuocoCiviform aiuto cuoco

Quasi 50 anni di esperienza di Civiform nella formazione di cuochi, rappresentano una solida base di partenza per chi voglia avvicinarsi al mondo della ristorazione con una formazione professionale.  Civiform nella sua sede storica di Cividale del Friuli e, dal 2016, presente anche a Opicina (Trieste) offre percorsi dedicati a giovani e adulti che vogliono imparare un mestiere così importante.

 civiform okciviform ok

Chi vuole diventare cuoco, cameriere di sala e bar, panettiere, pasticcere e gelatiere, trova, dopo le medie, i corsi triennali che permettono di entrare da subito nel mondo del lavoro.

 

 

 

I corsi propongono un mix di teoria e pratica e grazie agli stage e all’alternanza scuola/lavoro mettono in contatto gli aliievi con una solida rete di aziende. Alla fine dei tre anni, la qualifica professionale consente di lavorare in Italia e all'estero, ma con la possibilità di continuare gli studi. Ottima opportunità è offerta poi dal quarto anno, attivo presso entrambe le sedi, che permette di approfondire ulteriormente le competenze pratiche e ottenere il diploma professionale di Tecnico della Ristorazione, del Servizio Bar o della Panetteria Pasticceria, che punta a potenziare le capacità gestionali e organizzative.

Al momento, vista l’emergenza sanitaria in corso e l’impossibilità di accogliere le famiglie in presenza, Civiform ha creato una Scuola Aperta virtuale online: sul sito si può fare un tour virtuale dei corsi,scoprendo da vicino i laboratori di cucina, pasticceria fresca e da forno, panetteria, pizzeria e il nuovissimo Laboratorio Caffetteria e Snack. A disposizione anche mini video di presentazione a cura dello staff, per dare risposta alle principalii curiosità.

Per iscriversi rimane valida la modalità  cartacea ma si può scaricare una scheda da inviare compilata alla Segreteria per “prenotare” il proprio posto.

 

 


I corsi dopo le medie sono approvati e finanziati dalla Regione FVG all'interno di Effe.Pi, associazione incaricata della gestione in regione di tali percorsi: iscrizione e frequenza, dunque, sono gratuite. Non mancano i servizi aggiuntivi, come i trasporti dedicati da/per Civiform, equipe psico-pedagogiche pronte a sostenere i ragazzi nel loro percorso, così come l’attenzione alla crescita umana, grazie al progetto educativo Scuola in Regola che punta al benessere dei ragazzi valorizzando eccellenza, stile e motivazione, competenze sempre più richieste dal mondo del lavoro.

Al Civiform sono attivi anche tante opportunità formative per gli adulti, dai corsi IFTS post diploma in ambito agroalimentare, ai percorsi – dedicati a chi è disoccupato e iscritto al programma PIPOL – per qualificarsi nell’area Cucina, Pizzeria, Servizio Bar, Pasticceria o Gelateria.

Info e iscrizioni: tel. 0432.705811

www.civiform.it

Tecniche di social media management di gastronomia

Corso Social management gastronomiaCorso Social management gastronomia

Il Comune di Tavagnacco promuove l’iniziativa del Centro Solidarietà Giovani (CSG) per dare nuove opportunità di specializzazione e reinserimento a ragazze e ragazzi del nostro territorio che in questo momento non sono impiegati in alcuna attività (cosiddetti NEET).

Il Comune di Tavagnaccoinsieme al Comitato Regionale del Friuli-Venezia Giulia dell'Unione Nazionale delle Pro Loco d'Italia (UNPLI) è partner del progetto “Tecniche di social media management di gastronomia” , cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo (FSE) per mezzo del bando regionale “Attivagiovani”. Il progetto prevede un percorso di formazione e laboratorio multidisciplinare, organizzato da CSGe focalizzato sullo sviluppo delle competenze più attuali nel mondo del lavoro applicate all’enogastronomia, settore importante nel territorio friulano, che ne esalta peculiarità e tradizioni. In questo contesto, il Comitato UNPLIe, al suo interno, Pro Loco di Tavagnacco, portano al progetto la conoscenza e l’esperienza nella valorizzazione dei prodotti locali.

Corso riservato a giovani dai 18 ai 30 anni non compiuti, residenti o domiciliati in FVG, che nei dodici mesi precedenti all’interventonon abbiano svolto un’attività lavorativa e non abbiano usufruito di percorsi formativi per rilascio di titolo di studio. Indennità di frequenza 600 euro a persona

 

 

 

 

“I giovani che non studiano e non lavorano necessitano prima di tutto di ritrovare, in un ambiente a loro vicino, motivazione e prospettiva verso un futuro concreto e possibilmente appagante. - spiega l'Assessore Giulia Del Fabbro - È partendo da queste intenzioni che nasce questo percorso, che mette a disposizione dei ragazzi non soltanto sostegno economico e nuove conoscenze, ma anche la grande opportunità di essere inseriti in una rete di servizi che si dirama dagli stessi soggetti partner". 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Servizio civile 51 posti in FVG con le Pro loco per valorizzare artigianato

 Villa Manin - Ecoplane Turismo FVGVilla Manin - Ecoplane Turismo FVG

#serviziocivileuniversale. Un anno con le Pro Loco del Friuli Venezia Giulia per un progetto sull’artigianato locale collegato all’agenda 2030 dell’ONU e propedeutico all’inserimento nel mondo del lavoro: queste in sintesi le caratteristiche del nuovo bando di Servizio Civile Universale dedicato al progetto “Artisti e artigiani di ieri, oggi e domani per una nuova cultura glocal Friuli Venezia Giulia” (settore Patrimonio storico, artistico e cultura; area di intervento: Valorizzazione storie e culture locali) promosso dal Comitato Regionale del Friuli Venezia Giuliadell'Unione Nazionale delle Pro Loco d'Italia. Aperte le iscrizioni.

 Il Servizio Civile Universale, rivolto a candidati che dovranno avere tra i 18 e i 28 anni di età, si svolgerà in 29 sedi Pro Loco e Consorzi Pro Loco del Friuli Venezia Giulia (compresa la sede centrale del Comitato a Villa Manin di Passariano di Codroipo). 51 i posti a disposizione. 

“Scopo del progetto - spiega Valter Pezzarini presidente del Comitato Regionale del Friuli Venezia Giulia dell'Unione Nazionale delle Pro Loco d'Italia - è la riscoperta e promozione delle espressioni tradizionali dell’artigianato locale, in un cammino condiviso verso la sostenibilità ambientale del territorio. Ma non solo: nei 12 mesi del servizio l’operatore volontario potrà partecipare attivamente alla vita associativa della Pro Loco o del Consorzio, ponendosi quindi al servizio della propria comunità. La novità di quest’anno, in accordo con l’Unpli nazionale, sarà quella che i partecipanti potranno avere un tutoraggio di tre mesi volto a favorire l’accesso al mondo del lavoro al termine del servizio”.

Da quest’anno, inoltre, ogni singolo progetto è parte di un più ampio programma di intervento (denominato “Le Pro Loco per la promozione del patrimonio culturale e la valorizzazione sostenibile dei territori”) che risponde a uno o più obiettivi dell’Agenda 2030 (G_Obiettivo 11 Agenda 2030 Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili; H_Obiettivo 12 Agenda 2030 Garantire modelli sostenibili di produzione e di consumo) per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite e riguarda uno specifico ambito di azione individuato tra quelli indicati nel Piano triennale 2020-2022 per la programmazione del Servizio Civile Universale (Tutela, valorizzazione, promozione e fruibilità delle attività e dei beni artistici, culturali e ambientali).

"Negli anni passati, sottolinea Pezzarini,  i nostri progetti di servizio civile, a partire dal 2003, hanno coinvolto oltre 500 giovani sul territorio regionale e diversi di loro sono rimasti poi attivi come volontari nelle loro Pro Loco, con alcuni che hanno trovato lavoro in ambito turistico grazie anche a quanto imparato nell'anno trascorso insieme a noi”.

 

LE SEDI

Ecco le sedi e i numeri di posti del nuovo bando:

Pro Loco Aquileia (2 posti), Pro Loco Aviano (2), Pro Loco Buri Buttrio (2), Pro Loco Il Vâr, Camino al Tagliamento (2), Pro Loco Castrum Carmonis Cormons (2), Pro Loco Casarsa della Delizia (3) Pro Loco Comunità di Mortegliano, Lavariano, Chiasiellis (2), Pro Loco Pozzuolo del Friuli (2), Pro Loco Cordovado (2), Pro Loco Fontanafredda (1), Pro Loco G.B. Gallerio, Vendoglio di Treppo Grande (1), Pro Loco Pro Glemona, Gemona del Friuli (1), Pro Loco Latisana (2), Pro Loco Manzano (1), Pro Loco Moggese, Moggio Udinese (1), Pro Loco Monfalcone (2), Pro Loco Nediške Doline, San Pietro al Natisone (2), Pro Loco Pasian di Prato (2), Pro Loco Sutrio (1), Pro Loco Tramonti di Sopra (2), Pro Loco Sacile (3), Pro Loco San Daniele del Friuli (3), Pro Loco Spilimbergo (2), Pro Loco Val Resia (1), Consorzio Pro Loco Arcometa Toppo di Travesio (1), Consorzio Pro Loco Dolomiti Friulane e Magredi, Barcis (1), Consorzio Pro Loco Collinare, Colloredo di Monte Albano (1), Consorzio Pro Loco Sericus, Mortegliano (1), Comitato Regionale UNPLI FVG, Villa Manin Passariano di Codroipo (3).

LE CARATTERISTICHE

Il Servizio Civile Universale prevede un impegno di 25 ore settimanali 6 giorni su 7, anche festivi, con assegno mensile di 439,50 euro. L'avvio del progetto è previsto per la primavera del 2021. Per iscriversi i candidati dovranno avere tra i 18 e i 28 anni di età, il diploma quinquennale e non aver già svolto il servizio civile e non vantare rapporti di lavoro con il sodalizio per il quale opereranno.

COME ISCRIVERSI

Iscrizioni entro l’8 febbraio 2021 alle ore 14.00 in sola modalità online utilizzando il proprio codice Spid. N.B. Una sola domanda presso un unico ente, pena l’esclusione.

Maggiori informazioni QUI. 

Segreteria Regionale Pro Loco FVG: tel. 0432-900908 e mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Se invece preferite non ricevere più i nostri comunicati, richiedete la rimozione in qualsiasi momento scrivendo a questo nostro indirizzo e-mail.

 

Progetto Erasmus per Città del vino FVG

wine tourism by UNWTOwine tourism by UNWTO

Progetto Erasmus per Città del vino FVG. Un progetto dedicato alla reciproca conoscenza tra i vari territori vinicoli d'Europa. L'associazione nazionale Città del Vino sta coordinando a livello italiano il progetto come capofila. "Wine_Me: Transnational Approach towards Food and Wine Tourism" è un'azione del progetto Erasmus + 2021-2027 dell'Unione europea che prevede, quando l'emergenza coronavirus lo permetterà, di assegnare delle borse di studio a giovani studenti italiani l'opportunità di formarsi e ampliare le proprie competenze professionali all'estero per un periodo massimo di 4 mesi in zone vinicole europee. Le borse di studio copriranno i costi di viaggio, alloggio, vitto, assicurazione, volo andata e ritorno per ciascun partecipante, oltre alla ricerca dell’azienda idonea al profilo e alle caratteristiche di ognuno di loro. Allo stesso tempo prevede di ospitare in regione studenti stranieri provenienti da scuole e università agrarie, alberghiere e di indirizzo turistico del continente per conoscere le particolarità delle zone Doc del Friuli Venezia Giulia.

"Un progetto - ha commentato Tiziano Venturini coordinatore regionale delle Città del Vino del Friuli Venezia Giulia e assessore alle attività produttive e turismo del Comune di Buttrio - che è anche un messaggio di speranza per un 2021 che confidiamo possa fare riprendere la serie di scambi nazionali e internazionali attraverso la nostra associazione. Per farci trovare pronti stiamo chiedendo ai Comuni delle Città del Vino di aderire”.

“Stiamo coinvolgendo gli istituti professionali agrari, alberghieri e turistici regionali affinché possano segnalare i propri studenti meritevoli dell'assegnazione delle borse di studio" - aggiunge Maurizio D’Osualdo, vicecoordinatore regionale delle Città del Vino del Friuli Venezia Giulia e vicesindaco di Corno di Rosazzo con la delega a turismo e promozione. "Dalla reciproca conoscenza possono nascere nuove collaborazioni che apriranno strade future per l’intero comparto del nostro enoturismo: ecco perché a breve esporremo il progetto anche ai Consorzi di tutela delle nostre zone Doc e alle associazioni di categoria".

#buonoasapersi. Le 25 Città del Vino aderenti in Friuli Venezia Giulia sono in ordine alfabetico: Aquileia, Bertiolo, Buttrio, Camino al Tagliamento, Capriva del Friuli, Casarsa della Delizia, Chiopris Viscone, Cividale del Friuli, Cormons, Corno di Rosazzo, Dolegna del Collio, Duino Aurisina, Gorizia, Gradisca d’Isonzo, Latisana, Manzano, Moraro, Nimis, Povoletto, Premariacco, Prepotto, San Giorgio della Richinvelda, Sequals, Trivignano Udinese e Torreano.

 

I vincitori del Premio Candoni 2020

lettura scenica Premio Candonilettura scenica Premio Candoni

2^ EDIZIONE DEL PREMIO CANDONI-opere teatrali in lingua friulana. Proclamati i vincitori oggi 13 dicembre 2020. Vince Rachele di Luca con Scus di coculeSecondo classificato Giacomo Vit con Disvistîsi dal scûr.  Terzo Giorgio Monte con La stazion di Vierte – Conte fantasientifiche

Letture sceniche degli attori Chiara Donada, Giuliano Bonanni e Candida Nigris, che hanno dato voce ad una parte dell'opera vincitrice.  Platea allargata grazie alla diretta streaming del Giovanni da Udine che, per la prima volta, ha trasmesso in diretta un evento sulla sua web tv. 

lettura scenica Premio Candonilettura scenica Premio Candoni

Alla prima classificata è andato un premio in denaro di 1.500 euro, mentre al secondo e terzo testo premiato, sono stati consegnati rispettivamente 300 e 200 euro. Diploma di partecipazione e congratulazioni sono andati anche agli altri cinque partecipanti: Francesco Chiavon con “Robis di mats”, Paolo Coretti con “Dante cui?”, Amabile Dassi con “Il vistît di gno pari”, Andrea Pizzariello con “Erois” e Michele Polo con “Il spetacul pierdût (la serade plui biele de me vite).

A consegnare i premi l'intera giuria, composta dal presidente dell'Ente Regionale Teatrale Sergio Cuzzi, dalla giornalista e scrittrice Fabiana Dallavalle, dal presidente della Fondazione Teatro Nuovo Giovanni da Udine Giovanni Nistri, e dall'attore e regista nonché presidente della giuria, Giuliano Bonanni. A portare i saluti al Premio anche Eros Cisilino, presidente dell'Arlef.

Proclamati i vincitori di Spirito di Vino 21°edizione

Spirito di Vino 2020Spirito di Vino 2020Proclamati i vincitori della 21° edizione del concorso internazionale di illustrazioni satiriche Spirito di Vino, organizzato annualmente dal Movimento Turismo del Vino Friuli Venezia Giulia. Connessi dalle loro case o dagli uffici, il presidente di giuria Alfio Krancic, il filosofo Aldo Colonetti, l’attore Francesco Salvi ed Elda Felluga, presidente del Movimento Turismo del Vino FVG, hanno svelato quali sono state le opere giudicate più meritevoli dalla giuria di esperti.


L’italiano Tommaso Gianno con “Salute!” si è aggiudicato il primo premio nella categoria over 35 anni, seguito dal tedesco Sergiu Nicola con “Gioia di vino” (secondo classificato) e dall’ucraino Valery Doroschenko con “Cheers!” (terzo classificato).

Nella sezione under 35 ha trionfato il portoghese Bruno Albuquerque con “O futuro do vinho”, seguito dall’italiano Diego Paparelle con “Kundavini” (secondo classificato) e dall’uzbeco Muzaffar Yulchiboev con “Bacchus vs Corona” (terzo classificato).

Tutti i premiati riceveranno una selezione delle migliori etichette delle cantine associate al Movimento Turismo del Vino Friuli Venezia Giulia.

“Purtroppo, il periodo difficile e complicato che stiamo vivendo non ci ha permesso di svolgere le premiazioni in modo tradizionale, invitando giuria e partecipanti nella nostra bella terra” racconta la presidente del Movimento Turismo del Vino, Elda Felluga. “Tuttavia, è stato piacevole incontrare, anche se in maniera virtuale, così tante persone da ogni parte del mondo e poter condividere il nostro messaggio “di Vino” e augurale a tutti. Tante le opere arrivate che ci hanno stupito per la loro originalità e che ci hanno fatto sorridere e riflettere come vuole la migliore satira. Il mio ringraziamento alla giuria, ai partecipanti e ai finalisti, alle cantine associate e  a PromoTurismoFVG. 

Ricordiamo che le vignette in gara sono state valutate da una giuria d’eccezionecapitanata dal presidente in carica Alfio Krancic e dal presidente onorario Giorgio Forattini e composta da nomi illustri della satira, del giornalismo e della grafica: Emilio Giannelli (vignettista), Valerio Marini (vignettista), Gianluigi Colin (art and cover editor La Lettura Corriere della Sera), Franz Botré (direttore rivista Spirito DiVino), Carlo Cambi (giornalista enogastronomico), Paolo Marchi (giornalista, Identità Golose), Aldo Colonetti (filosofo), Fede & Tinto (conduttori Decanter – RadioRai), Francesco Salvi (attore) e da Elda Felluga (Presidente del Movimento Turismo del Vino FVG).

 

Premiazione Vincitori XIV Concorso Internazionale Olio Capitale

Premiazione Olio Capitale 2020Premiazione Olio Capitale 2020

Venerdì 19 giugno 2020 a partire dalle 16, in diretta Facebook sulla pagina di Olio Capitale e sulla piattaforma Zoom si potrà seguire la premiazione della quattordicesima edizione del Concorso Olio Capitale e scoprire quali sono gli oli vincitori di una sfida che ha visto coinvolte ben 227 etichette.

A introdurre la cerimonia di premiazione, moderata dalla giornalista Micol Brusaferro, saranno il presidente della Camera di Commercio Venezia Giulia, Antonio Paoletti e il presidente dell’Associazione Nazionale delle Città dell’Olio, Enrico Lupi. Seguirà una descrizione delle caratteristiche degli oli in concorso illustrata da Marisa Cepach. Saranno presenti collegati in diretta anche Nicola Bianco, responsabile commerciale della Direzione regionale Friuli Venezia Giulia di Crédit Agricole FriulAdria, e alcuni produttori. 

Il concorso, istituito per valorizzare ulteriormente il prodotto e per proporre alla filiera un’occasione di giusta competizione, ha l’obiettivo di migliorare la qualità dell’olio e la cura della sua immagine. Oltre ai vincitori delle tre sezioni in concorso, fruttato leggero, medio e intenso, verranno assegnate le menzioni “Origin” a una delle aziende che partecipano al concorso con oli certificati DOP/IGP; “Young” a una delle realtà costituite ed in produzione nel corso degli ultimi cinque anni (2015-2019); “Regina Oleum” per le imprenditrici dell'olio; “Crédit Agricole FriulAdria” riservato alle aziende del Nord-Est Italia.

In occasione della proclamazione del vincitore del concorso che quest'anno avverrà in modalità virtuale, verranno premiati i migliori oli extravergine per ognuna delle categorie: fruttato leggero, medio e intenso. Tutti i 227 oli extra vergine ottenuti dalla lavorazione delle olive e provenienti da 6 Paesi dell’area del Mediterraneo sono stati esaminati nella fase di preselezione.

I migliori 15 sono stati valutati dalle giurie di degustazione.

La sfida ha visto coinvolti diversi soggetti: olivicoltori produttori d’olio in proprio, frantoi che provvedano alla lavorazione, confezionamento e commercializzazione, oleifici cooperativi e organizzazioni di produttori, ditte imbottigliatrici-confezionatrici. Segnatevi data e ora e non mancate alla premiazione in diretta!