cibo, vino e quantobasta per essere felici

Tortino al cioccolato con Edelpilz Bergader

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Tortino al cioccolato con salsa di Edelpitz BergaderTortino al cioccolato con salsa di Edelpitz Bergader

Ci arriva la proposta di un originale tortino al cioccolato con mandorle e rum, accompagnato da un’innovativa salsa dal gusto leggermente piccante. L’Edelpilz, storico formaggio a pasta erborinata di Bergader creato negli anni ’20 del secolo scorso da Basil Weixler, è una specialità piccante preparata con caglio microbico e quindi adattoanche alla dieta vegetariana.
INGREDIENTI PER 4-6 TORTINI
100 g mandorle tostate
90 g zucchero
80 g burro
70 g cioccolato
30 g biscotti secchi
4 uova
20 g zenzero fresco (oppure ½ cucchiaino di zenzero in polvere)
2 cucchiai di rum
1 scorza grattugiata d’arancia
100 g panna
50 g Edelpilz
6 stampini alluminio usa e getta

 PREPARAZIONE

Lavora il burro con lo zucchero fino a ottenere un composto spumoso, aggiungi i tuorli d’uovo, il rum, lo zenzero, le mandorle tritate finemente, il cioccolato fuso a bagnomaria, la scorza d’arancia e i biscotti tritati; mescola gli ingredienti e incorpora, delicatamente, gli albumi montati a neve. Versa il composto negli stampini di alluminio imburrati e cuocili nella vaporiera, sformali sopra i piatti individuali e servili tiepidi accompagnandoli a piacere con la salsa di Edelpilz.

PER LA SALSA: scalda la panna con l’Edelpilz, fallo sciogliere completamente e versane un cucchiaio sui tortini.

CONSIGLIO: puoi anche cuocere i tortini in forno a bagnomaria, a 120° per 15-20 minuti. Alla salsa puoi aggiungere pere cotte a cubetti.

Bergader per saperne di più vai a questo link https://qbquantobasta.it/ricette/quando-e-nato-il-bergader
Circa 120 anni fa nel paesino alpino di Waging am See è cominciata la storia di successo dell’impresa familiare di prodotti caseari Bergader.  “Una buona impresa è come un buon formaggio. Stagiona.” (Charlotte Steffel, figlia del fondatore Basil Weixler)

 


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.