cibo, vino e quantobasta per essere felici

In viaggio con il Buon Ricordo alla scoperta della cucina regionale italiana

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Dalla Cima ripiena alla genovese alle Linguine con colatura di alici vanto della Costiera Amalfitana, dai Cjarsòn (grossi ravioli giocati sull’accostamento fra dolce e salato) della montagna friulana alla pugliesissima Frisella: la cucina regionale italiana è fra le più varie e pregiate del mondo. I ristoranti del Buon Ricordo ne sono stati fin dagli anni Sessanta custodi attenti e ora ne sono fedeli interpreti contemporanei. 

Il menu Buon Ricordo dell'estate 2019

Per l'estate 2019 ciascun ristorante dell’associazione ha elaborato un Menu del Buon Ricordo che porta come specifica “per Collezionisti di emozioni”. 

Dalle città d’arte al mare e alla montagna, nei ristoranti del Buon Ricordo si assaporano tante fantastiche specialità

L’Unione Ristoranti del Buon Ricordo è stata la prima associazione italiana di imprenditori della ristorazione e ancor oggi è la più numerosa e nota tra i consumatori. Raggruppa un centinaio d’insegne (di cui 9 all’estero fra Europa e Giappone) e da 55 anni salvaguarda e valorizza le tante tradizioni e culture gastronomiche italiane. In regalo a chi degusta la ricetta del Buon Ricordo il piatto dipinto a mano raffigurante la specialità del locale.

Dello stesso autore:

Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.