Warning: Undefined variable $fullImagePath in /var/www/vhosts/qbquantobasta.it/httpdocs/plugins/opengraph/content/content.php on line 331
COF Ramandolo: ottimi i vini rossi 2011 - qbquantobasta.it
Skip to main content

COF Ramandolo: ottimi i vini rossi 2011

Un’ottima annata per i vitigni a bacca nera, il 2011, con elevate intensità coloranti e un buon contenuto di tannini, in particolare per il Pignolo e lo Schioppettino.

Sono alcune delle considerazioni contenute nella sesta relazione tecnica presentata a Corno di Rosazzo dai collaboratori dei Colli Orientali del Friuli-Ramandolo. Un gruppo di professionisti impegnati nel fornire informazioni tempestive ai viticoltori del Consorzio, in linea con le istruzioni del Disciplinare di lotta guidata integrata regionale in ottemperanza alle linee guida nazionali che, a partire dal 2014, dovranno essere obbligatoriamente adottate da tutti i produttori.

Alla vendemmia, è stato raccolto un numero di grappoli per pianta inferiore all’anno precedente, grappoli che presentavano anche una leggera riduzione del peso medio acino. La gradazione zuccherina e il pH sono stati sostanzialmente nella media, mentre l’acidità totale è stata leggermente inferiore. Per quanto riguarda i parametri di maturità fenolica tra cui gli antociani e i tannini, il comportamento nelle fasi di maturazione è stato abbastanza diverso tra le varietà e, alla vendemmia, il quadro polifenolico ha evidenziato delle differenze importanti.

Il 2011 dei Colli Orientali si può definire come un anno termicamente al di sopra della media, con piogge al di sotto della media tranne nel periodo di fine luglio. Questo ha determinato uno sviluppo vegetativo anticipato che ha portato, pure, a una vendemmia anticipata, iniziata il 19 agosto. In ogni caso, i vitigni a bacca nera sono stati raccolti tardivamente al fine di sfruttare le buone condizioni climatiche verificatesi a fine settembre-inizio ottobre.

Secondo i tecnici del Consorzio, la stagione appena conclusa sarà ricordata per l’ottima salubrità delle uve alla raccolta, legata alla sostanziale assenza di piogge nella fase prevendemmiale. Le poche infezioni di oidio e peronospora verificatesi, sono state di bassa intensità.

La superficie a doc del 2010 si attesta sui 1.890 ettari, per una produzione di 85.315 ettolitri di vino (per il 60% bianco e 40% rosso).

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .
Privacy Policy