50 anni e non sentirli

eventi aperti al pubblicoeventi aperti al pubblico

“Come Presidente del Consorzio dei Colli Orientali e Ramandolo il mio orgoglio è enorme, perché rappresento il territorio dove mio padre ha fatto la storia del vino in regione, insieme ai tanti grandi produttori che ci hanno preceduto. Il Consorzio ha cambiato marcia in questi anni e abbiamo una squadra che lavora in maniera splendida portando grandi risultati, una squadra che voglio ringraziare profondamente. Il 50° del Consorzio rappresenta per noi un nuovo inizio e una rinnovata carica di energia, creatività e voglia di fare crescere  il nome dei Colli Orientali del Friuli. Un territorio che merita il riconoscimento del suo enorme prestigio qualitativo". Così Paolo Valle, presidente del Consorzio COF, nel corso della conferenza stampa di presentazione degli appuntamenti previsti per festeggiare la ricorrenza. 

conferenza stampa 50 anni Colli orientali da sx Valle, Zannier, Paladin, Bellotto conferenza stampa 50 anni Colli orientali da sx Valle, Zannier, Paladin, Bellotto

Festeggiamenti sul territorio, incontri divulgativi, eventi dedicati al pubblico per celebrare un anniversario che unisce quasi 200 viticoltori in una delle DOC più antiche d’Italia. Il 18 aprile del 1970 nasceva ufficialmente il Consorzio a tutela della Denominazione. Appuntamento del mezzo secolo rimandato causa pandemia, quindi, come ha detto l'assessore regionale Stefano Zannier, "siamo nei 50 + 1, pronti a far decollare e crescere i prossimi 50 anni". 

Sono stati 40 i tour di presentazione della DOC, dei suoi vigneti, delle caratteristiche pedoclimatiche del territorio, di assaggi dei vini  organizzati nel corso degli ultimi 18 mesi in tutta l’Italia e in Europa. L’obiettivo: promuovere un territorio per le caratteristiche peculiari della terra che ospita i vignaioli affnché il vino proponga un messaggio comprensibile che testimoni in ogni calice le sue origini e la sua provenienza.

Sabato 15 luglio 2023  festa grande con il Brindisi sul Ponte del Diavolo a Cividale del Friuli.
 

 

 

 

Sempre il 15 luglio è in programma la  Cena con i Vignaioli nei ristoranti cividalesi con  un menù dedicato alla DOC. Per conoscere la lista dei locali aderenti e prenotare  

Il costo della cena che comprende tre portate e vini abbinati  è di 40,00 euro. Dà dirittto anche a entrare sul Ponte del Diavolo per il Brindisi (ingresso euro 15,00)

Il programma avrà inizio con la cena di Gala per le istituzioni e la stampa nell’Abbazia di Rosazzo (UD), i piatti saranno preparati dallo chef Matteo Metullio ed Emanuele Scarello, entrambi due stelle Michelin. 

Tasting Academy

Centro dell’iniziativa di promozione la Tasting Academy, inaugurata nel 2021 nella Villa Nachini Cabassi di Corno di Rosazzo (UD), un vero e proprio hub scientifico per chi vuole approfondire la conoscenza delle DOC/DOCG e degustarne i vini.

L’Academy, aperta al pubblico (su prenotazione online), rappresenta un ulteriore attrattore per l'incoming in regione di enoappassionati wine lovers. Anche noi di qb abbiamo fatto una visita di approfondimento guidata da Matteo Bellotto: è stato l'appuntamento più apprezzato dell'anno. 

Se vuoi essere inserito nella mailing list per ricevere gli inviti agli eventi di qubi scrivi a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

NUOVO LOGO

loghetto consorzio

Per il 50° anniversario il Consorzio propone un nuovo logo, una rielaborazione semplificata del precedente per aumentarne la riconoscibilità. La spada rappresenta lo spadone del Patriarca Marquardo, simbolo di Cividale del Friuli. La lama entra nel calice e affonda nella storia. E il taglio del bicchiere rimanda al taglio di vino friulano che si beve nei bicchieri. Ogni vino è storia, finezza, eleganza del gesto.

 

COF e Denominazioni


Il territorio della DOC Friuli Colli Orientali comprende la fascia collinare della provincia di Udine per un totale di più di 2000 ettari di superficie vitata.

Dall’istituzione del Consorzio è cresciuto costantemente il numero di cantine associate. Oggi si contano poco meno di 200 soci, il 70% imbottigliatori, che producono 80mila ettolitri di vino DOC.

Le denominazioni del Consorzio comprendono DOC Friuli Colli Orientali, DOCG Ramandolo, DOCG Colli Orientali del Friuli Picolit e DOCG Rosazzo.

 

Per visionare la mappa su Google maps 


 Maggiori informazioni: Consorzio tutela vini "Friuli Colli Orientali e Ramandolo" P.zza 27 Maggio, 11. Corno di Rosazzo (UD) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .
Privacy Policy