cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Ricetta creata in esclusiva per qbquantobasta - clicca qui per scoprire altre ricette

Cucina Sana, Farina Integrale

Plumcake ai datteri

Plumcake ai datteri

Gusto deciso e consistenza morbida. Senza zuccheri aggiunti. L’unico dolcificante utilizzato, infatti, è il dattero, ottima fonte di potassio, fosforo e sali minerali! 

INGREDIENTI: *160 g farina integralemacinata a pietra *140 g bevanda di soia (o riso/avena) *50 g noci *40 ml olio di semi di girasole *10 datteri privati del nocciolo *½ bustina di lievito *scorza di mezzo limone bio *sale qb 

PROCEDIMENTO: Scaldare il forno a 180ºC. In una ciotola versare la farina integrale, la scorza del limone, il pizzico di sale e le noci spezzettate grossolanamente al coltello. A parte unire la bevanda di soia/avena, l’olio di semi di girasole e 7 datteri (precedentemente frullati con qualche goccia d’acqua). Mescolare il tutto e unire gli ingredienti secchi a quelli liquidi. Per ultimo unire il lievito e i datteri rimanenti, tagliati a piccoli pezzi. Versare il contenuto in uno stampo per plumcake precedentemente oliato e infarinato. Cuocere per 30-35 minuti. Per verificare la corretta cottura, inserire all’interno del plumcake uno stecchino che dovrà risultare asciutto. Lasciare raffreddare in una gratella e gustarne (almeno) una fetta!