cibo, vino e quantobasta per essere felici

Tiramisu alle pesche (sciroppate) e amaretti

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

tirami su alle peschetirami su alle peschetirami su alle peschetirami su alle pesche

Tiziana Colombo, alias nonna paperina, definisce questa preparazione una ricetta del buonumore. Il segreto? la cremosità o la semplicità o l’alternanza tra consistenze diverse? Noi pensiamo che sia anche per il fatto che pescando in dispensa si riesce a trovare fra le provviste un ingrediente che risolve situazioni di ospiti improvvisi e meredne o dessert dell'ultimo minuto. Provatela e fateci sapere. Il vantaggio di questa ricetta è che la si può preparare anche se non avete le pesche fresche in casa. Con il vasetto ermetico poi, è un dessert pret à porter, da offrire in dono agli amici quando li andiamo a trovare.  Attenzione però: l’indice glicemico-insulinico per la frutta sciroppata è piuttosto alto. Per saperne di più cliccate QUI 

Tiramisù con pesche sciroppate e amaretti

Ingredienti


500 g di mascarpone 
4 uova
5 cucchiai di zucchero di canna finissimo
1 cucchiaio di succo di pesca
300 g di pesche sciroppate (peso senza succo) 
q. b. di amaretti morbidi 

 

Preparazione

 

Estraete le pesche dal loro succo (conservate un cucchiaio di succo in una ciotola)  Tagliatele a cubettini.

Unite tuorli, zucchero e montateli assieme. Separatamente, in una coppetta pulita, montate gli albumi a neve.

Aggiungete, infine, il mascarpone ai tuorli e zucchero e amalgamate fino a ottenere un composto omogeno.

A questo punto aggiungete al resto anche gli albumi montati a neve, mescolando dal basso verso l’alto ed evitando che possano smontarsi.

Preparata la crema, cominciate ad assemblare il dessert.

Inzuppate gli amaretti nello sciroppo di pesche, fino a bagnarli leggermente, poi sbriciolateli.

Adagiate uno strato di amaretti sbriciolati, intervallate con uno strato di crema di mascarpone, pezzetti di pesche e di nuovo amaretti, ripetendo l’operazione fino a riempire  il vasetto. Completate con dei ciuffetti di crema fatti con la sac à poche e della granella di amaretti oppure un amaretto intero.

 

Dello stesso autore:

Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.