cibo, vino e quantobasta per essere felici

Cialda di formaggio con cuore di pera caramellata

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Cialda di formaggio Latteria, cuore di pera caramellata e ricotta, una ricetta di stagione pubblicata sul numero di settembre del mensile qbquantobasta. 

Ingredienti

per 2 persone 

Per le cialde:

  • 150 g di formaggio latteria (meglio se di latte crudo) di 60 giorni
  • 50 g di formaggio stagionato (io ho usato il latteria turnaria di Brazzacco)
  • 1 cucchiaio di fioretto di mais “Blave di Mortean”.

Per la crema di farcitura:

  • 50 g di ricotta fresca
  • 1 cucchiaio di latte
  • 1 pera tipo kaiser
  • mezzo cucchiaio di zucchero
  • 2 gocce di succo di limone
  • 2 cucchiai di granella di noci
  • 4 foglie di menta per guarnizione.

Preparazione

Prepariamo la cialda

Grattugiare i formaggi in una bacinella, aggiungere il fioretto di mais e mescolare. Riscaldare una padella antiaderente bassa del diametro di 26-28 cm e spargere il preparato sul fondo; lasciarlo fondere e quando si è formato uno strato sottile, con l’aiuto di una paletta e guanti da cucina, rovesciare la cialda e fare imbiondire l’altro lato. Adagiare velocemente su un tagliere, tagliare a metà quando è ancora caldissima e con i guanti avvolgere a cono; fare raffreddare mantenendo la forma.

Prepariamo la crema

Sbucciare la pera, tagliarla in 8 pezzi, metterli in una casseruola con lo zucchero e il succo di limone e fare cuocere coperto per una decina di minuti a calore basso; mantenere due pezzi per guarnizione, il resto tagliarlo a pezzetti. Frullare la ricotta con il latte in modo da ottenere una crema, spennellare con questa il bordo dei 2 cornetti e fare aderire la granella di nocciole. Sistemare i coni in due bicchieri a calice e farcire la base di crema con una sacca da pasticceria (scegliete magari un beccuccio particolare), coprire con altra crema, un pezzo di pera caramellata e foglie di menta per guarnizione.


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Stampa questo articolo

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.