cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Linguine alla colatura di alici secondo Erminia

Un piatto di una semplicità disarmante, ma nello stesso tempo di una difficoltà assoluta, come sono spesso i piatti della tradizione. Ci vuole infatti tutta la sapienza di Erminia dell'Hostaria Bacco di Furore (Salerno), Ristorante del Buon Ricordo, per trasformare un pregevole prodotto della Costiera Amalfitana, la Colatura di alici, in un piatto eccezionale. Le Linguine alla Colatura sono infatti un‘ espressione tanto saporita quanto delicata di un piatto di non facile equilibrio, che prende tutto il suo sapore dal condimento di antichissima origine, ottenuto dalla maturazione delle alici sotto sale, seguendo un procedimento tramandato da generazioni dai pescatori di Cetara. 

 

Ingredienti per 4 persone
• 350g di linguine
• 10 olive di Gaeta
• 5 olive verdi dolci
• 1 cucchiaio di capperi dissalati
• 1/2 spicchio d’aglio
• peperoncino q.b.
• 6 gherigli di noci
• 1 dl olio extra-vergine d’oliva
• 1 cucchiaio di colatura
• succo di limone q.b.

Preparazione
Snocciolare le olive e metterle nel bicchiere del mixer. Unire gli altri ingredienti, tranne la colatura d’alici e il limone. Frullare il tutto. Aggiungere la colatura e una spruzzatina di limone e rifrullare per qualche secondo. Mettere il composto in una terrina, senza aggiungere sale. Cuocere le linguine e scolarle al dente. Versarle nella terrina e mescolare, diluendo eventualmente il composto con un po’ d’acqua di cottura.

HOSTARIA DI BACCO Furore (Salerno) Via G. B. Lama, 9  Tel. 089.830360 
www.baccofurore.it proprietario Roberto Ferraioli  - chef: Erminia Ferraioli e Pietro Cuomo

 

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni