cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Polenta verza e polvere di ostriche

polenta e ostrichepolenta e ostricheChristian Contu ci propone una ricetta davvero inconsueta che mixa ingredienti poveri come la polenta, la verza e la cipolla rossa con il tocco glamour della polvere di ostriche. Non sappiamo che cosa ne direbbe il Gran Priore della Polenta Silvano Bertossi sulla fedeltà filologica dell'uso del mais ma a noi qbisti il tutto sembra assai intrigante.

Ingredienti per 10 persone

Per la polenta Acqua 1,5 l Timo limonato 30 gr Maggiorana 30 gr Aglio 2 spicchi
Ginepro n.6 bacche Farina di mais macinata a pietra 350 gr Verza 300 gr Bottarga di muggine in polvere 30 gr Olio extra vergine frantoio Armillotta Monte Sant’Angelo (FG) 100 gr Cipolla rossa 300 gr Pepe nero Ostriche fine claire n.22

Procedimento Per la polvere di ostriche Pulire le 12 ostriche e frullarle molto finemente, porre il composto su dei fogli di silpat ed essiccare in forno per circa 5 ore a 70°c. Una volta essiccato creare una polvere.

Per la cipolla rossa Tagliare la cipolla a losanga e porre sottovuoto con della maggiorana, pepe nero e un filo d’olio extra vergine, cuocere a 65°c per 4 ore

Per la polenta Portare a bollore l’acqua con l’aglio privato dell’anima, il ginepro, la maggiorana ed il timo limonato a rametti; lasciarla riposare per circa 2 ore, in maniera da creare un infuso

Riportare a bollore l’infuso filtrato, aggiungere 50 gr di olio e la polenta a pioggia girandola con cura. Aggiungere 150 gr. di cipolla rossa precedentemente cotta e la sua acqua, aggiustare di sale e lasciar cuocere con un coperchio a fuoco basso per circa 40 min. A fine cottura mantecare con l’olio, la bottarga, l’acqua, la polpa di 10 ostriche e il pepe nero.

Presentazione

Porre la polenta al centro del piatto, guarnire con la verza tagliata finemente appena scottata, la cipolla rossa e la polvere di ostriche, finire con dell’erba cipollina, erba limoncina e melissa.

Chef Christian Contu: "La mia cucina? Amo viaggiare con la fantasia nei sapori per poi cercare di ricostruirli nei piatti, utilizzando tecniche più o meno complesse e procedimenti tradizionali, volti a valorizzare gli ingredienti.
Sono molto legato alla Sardegna, terra di mio padre e isola magica che mi ha stregato sin da piccolo, grazie alle tradizioni culinarie mantenute vive dalla mia grande nonna e dalla famiglia tutta.
Luogo altrettanto magico ed influente nei miei pensieri gastronomici sono le Valli di Lanzo terra natia mia e di mia madre, paesaggi alpini di grande fascino e ricchi di natura rigogliosa.

Mi affascina, il Gargano, penisola con vegetazione isolana della Puglia, terra di pastorizia, agricoltura e pesca, ma soprattutto luogo natio di Lucia, la mia luce in questi ultimi anni.

Christian Contu lo trovate al Ristorante e caffè culturale il Convito della Venaria nel cuore del Barocco piemontese. Di fronte all'ingresso della maestosa reggia di Venaria Reale, offre l'opportunità di allietare la visita al palazzo al momento della colazione, del pranzo e della cena. (biglietteria adiacente al dehors, parcheggio pullman a 50 metri).  A cena, il ristorante, propone una cucina stagionale legata al territorio, giocata sulla nitidezza dei sapori, senza tralasciare spunti creativi e un grande rispetto per le materie prime.


IL CONVITO DELLA VENARIA
Venaria Reale Torino
Tel / Fax 011 45 98 392
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.