Pappardelle, ceci e fiori di timo

Oggi pubblichiamo una ricetta di Alfredo Iannaccone, che dall'Irpinia propone da anni piatti creativi di cucina vagabonda: a partire dalle materie prime della sua terra, si lancia in gradevolissimi excursus gastronomici. Abbiamo pubblicato sue creazioni anche sul mensile cartaceo qbquantobasta. Oggi ci ha sedotto questo piatto semplice ma di alta cucina che Alfredo ha creato su un nuovo magazine che dirige: http://jmfoodmagazine.com a partire dall'antichissima ricetta del suo territorio 'lagane con i ceci'. Un piatto povero, fatto con acqua, farina e legumi. Una pietra miliare dell’entroterra, quando bastava la sapienza della donna di casa per impastare una tagliatella larga e unire dei ceci saltati in padella, con una costa di sedano e dei pomodorini a profumare la tavola. "Alle lagane fatte in casa sostituiamo delle favolose pappardelle all’uovo, di scuola marchigiana, di Campofilone. Tengono la cottura, “aprono la strada” a qualunque condimento la fantasia voglia abbinarci. I ceci sono siciliani, artigianali, sono un capolavoro gastronomico della Trinacria. Sono i ceci di Leonforte, terra di passione, di amore, di tradizione per la vera cucina. I legumi dopo la fase di “ammollo” si aromatizzano in olio e peperoncino e poi vengono stufati con l’acqua di cottura. E qui ci viene in aiuto la primavera, con un timo straordinario, che ci regala anche i primi fiori, bianchi e viola. Le pappardelle saltano alla fiamma con i ceci e poi le impiattiamo con un tocco di fantasia: un rametto di timo, i fiori di timo, commestibilissimi. Non mancano le erbe aromatiche migliori come prezzemolo e mentuccia romana. Infine un tocco 'vagabondo'. Granelli di sale viola aromatizzati Brunello di Montalcino. Un profumo di vino, e che vino! a chiudere un piatto ricco di tradizione e di amore per la cucina, la mia, la vostra Isola Felice."

INGREDIENTI: 300 gr. di pappardelle all’uovo, 500 gr. di ceci siciliani di Leonforte, 1 litro di acqua, 2 cucchiai di olio extravergine siciliano dei Monti Iblei, pepe rosso di Sichuan, 1 spicchio d’aglio, peperoncino, timo fresco, fiori di timo, prezzemolo, menta puleggia, sale al Brunello di Montalcino.

PREPARAZIONE: Mettere a bagno i ceci per 12 ore. Poi cuocerli in acqua bollente non salata per 10 minuti. Scolarli, saltarli un istante in padella in aglio, olio, peperoncino, con un po' di pepe rosso di Sichuan, aggiungere un filo di acqua di cottura della pasta che intanto abbiamo già messo in cottura. Spegnere i ceci quando sono croccanti e aggiungere foglie di timo. Scolare le pappardelle al dente nella padella dei ceci e riaccendere il fuoco per pochi secondi. Tritare prezzemolo e menta.

IMPIATTAMENTO: Formare al centro del piatto un nido con le pappardelle, decorare con la pioggia di prezzemolo e menta, un rametto di timo, i fiori di timo. Unire alla fine qualche granello di sale viola al Brunello di Montalcino.



  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .
Privacy Policy