Pane raffermo, non solo alle galline

torta poveratorta poveraAbbiamo letto in questi giorni di un simpatico concorso ideato dal panificio Cragnolini di Gemona, per promuovere l'uso creativo del pane raffermo (in dono dell'ottimo pane fresco) e ci è venuta in mente questa ricetta di Stefania Benedetti blogspot Nuvole di Farina, che l'anno scorso ha spopolato al contest Le mele nel piatto in quel di Pantianicco. La iscriviamo d'ufficio al gioco, poi siccome lei produce ricette a gogo, sicuramente le verrà in mente qualche altra realizzazione. Eccovi dunque la torta povera con pane raffermo e mele.  Un dolce "povero" e adatto ai bambini in quanto utilizza limitate quantità di zucchero. "In questo periodo sto usando molto le mele in cucina visto che le uso anche per nutrire il mio piccolino che tra un po' compirà 7 mesi (nel frattempo Max è diventato grande e cammina da solo!) . Questa volta le ho usate per far un dolce del riciclo. Che cosa si ricicla? Il pane! Quello non più freschissimo e che è troppo duro per farci qualsiasi cosa. Ovvio, si può sempre grattugiarlo e usarlo per le panature ma non è che stiamo sempre a panare e allora diamogli un nuovo scopo usando in pasticceria. Io ho fatto una torta davvero buonissima, a strati, in cui lo strato superiore e quello inferiore erano composti di solo pane leggermente caramellato e lo strato centrale era una golosissima purea di mele. Gli ingredienti da usare sono pochissimi per cui questo dolce ci permette di spendere molto ma molto poco, è genuino e con pochissimo zucchero così che risulta una buona merenda da dare anche ai più piccoli. Di sicuro una merenda più sana delle comuni e sbrigative merendine. Per fare questo dolce ci vuole poco tempo ed è un altro punto a suo vantaggio; non aggiungo altre parole ma vi porto in cucina per prepararlo e assaggiarlo.
Occorreranno:
800 gr di mele Gala
150 gr di pane bianco secco
100 gr di zucchero di canna
50 gr di burro
Sbucciamo le mele, togliamo il torsolo e tagliamole a tocchettini, mettiamole poi in una padella cosparse con 50 gr di zucchero di canna; lasciamo cuocere con un coperchio per circa 8-10 minuti finché le mele diventano morbidissime, poi schiacciamole con una forchetta per ridurle e in crema e lasciamole raffreddare.
Prendiamo ora il nostro pane e grattugiamolo non troppo finemente, prendiamo un'altra padella e facciamo sciogliere il burro; a esso aggiungiamo lo zucchero rimasto e  facciamo sciogliere a fiamma bassa anche questo. Aggiungiamo il pane e, alzando la fiamma, mescoliamolo velocemente con il composto di burro e zucchero fuso per circa 2 minuti.
Prendiamo uno stampo per dolci a cerniera da 20 cm di diametro, dividiamo il composto di pane in due parti uguali, con la prima metà formiamo uno strato sul fondo della teglia, sopra di esso facciamo uno strato con tutte le mele schiacciate preparate in precedenza, quindi ricopriamo il tutto con l'altra metà del pane caramellato.
Mettiamo tutto in forno pre-riscaldato a 190° e lasciamo cuocere per circa 15 minuti finché la superficie del dolce risulterà bella dorata. A questo punto non ci resta che attendere che il dolce si raffreddi completamente per poterlo gustare.

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .
Privacy Policy