fbpx
cibo, vino e quantobasta per essere felici

Paella Valenciana

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

paella valenciana by vVsit Valencia paella valenciana by vVsit Valencia

Oggi 20 settembre si sono accesi i fornelli paelleros di tutto il mondo per il World Paella Day CUP.  Paella deriva dal latino patella, da cui derivano anche il francese poêle, lo spagnolo medievale padilla e l'italiano padella. Ma come si prepara la vera paella? Poiché è una preparazione che nasce come piatto di recupero può essere personalizzata a seconda degli ingredienti reperibili o di stagione.

Per la maggior parte dei valenzani la miglior paella che hanno mangiato nella loro vita è quella della madre, della nonna o del padre, elaborata in base alla ricetta
"autentica”. Quindi è ovvio che la vera e unica ricetta non esiste.

Visit Valencia ci suggerisce alcune indicazioni sugli ingredienti e fasi: riso, rosolatura di carne marinata, solitamente pollo e coniglio, verdure verdi come fagiolini o taccole, pomodori, peperoni e fagioli, brodo e spezie come zafferano e rosmarino. La variante più comune è quella a base di frutti di mare (paella de marisco in spagnolo), diffusasi sulle coste mediterranee, che sostituisce la carne con crostacei e molluschi, come mitili, scampi e seppie e il brodo con il fumetto di crostacei. Mandateci la vostra ricetta di paella con una foto!
Ci piacerebbe molto pubblicarla qui su qb!

 Paella valenciana 

Ingredienti per 4 persone


1 bicchiere di olio extravergine di oliva
* 1 pollo a pezzi
* 1 coniglio a pezzi
* 300 g di fagiolini piattoni freschi
* 1 pomodoro medio
* 1 cucchiaio di peperoncino dolce
* zafferano
* 6 bicchieri di acqua
* 200 g di Garrofó (fagiolo di Lima)
* sale a piacere
* 3 bicchieri di riso
* un rametto di rosmarino.
* È tipico anche aggiungere lumache, carciofi o anche anatra. C’è anche chi serve la paella con rondelle di limone e chi aggiunge un po’ di aglio al soffritto. 


Preparazione


Riscaldare l’olio a fuoco basso in una padella larga e poco profonda.
Rosolare il pollo e il coniglio per circa 5 minuti.
Aggiungere la verdura lavata (fagiolini piattoni, carciofi, pomodoro) tagliata a pezzi.
Friggere alcuni minuti fino a ottenere un soffritto omogeneo.
Aggiungere il peperoncino e friggere a fuoco molto basso per un minuto, poi aggiungere l’acqua.
Unire lo zafferano, i fagioli garrofó e il sale a piacere.
Alzare il fuoco e lasciare bollire per circa 15 minuti.
Distribuire il riso su tutta la padella.
Lasciare bollire altri 15 minuti e assaggiare il brodo. Aggiungere sale se necessario.
Ne ultimi 7-8 minuti di cottura aggiungere il rosmarino, lasciarlo cuocere circa 5 minuti e poi toglierlo.
La paella sarà pronta quando l’acqua è evaporata, ma attenzione a non lasciare la preparazione completamente secca.
Affinché si formi il socarrat (l'abbrustolito) sul fondo, cuocere ancora qualche minuto a fuoco basso.

Copyright © 2009-2021 QUBI' Editore
Riproduzione riservata