fbpx
cibo, vino e quantobasta per essere felici

Menu di Natale (e per ogni giorno di festa)

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

cestino di frico con stelline di frittata di Maria Cristina Novellocestino di frico con stelline di frittata di Maria Cristina NovelloPranzo di Natale 2013 by Maria Cristina Novello del blog: http://udinelamiacittaenonnapina.blogspot.it/
Cestini di frico con stelline di frittata. Per il frico: formaggio Montasio di varie stagionature grattugiato (circa 3 cucchiai per cestino), sale e pepe. Per la frittata (che deve riuscire abbastanza sottile)
2 uova, 2-3 cipollotti (o mezza cipolla bianca), 2 cucchiai di latte, 2 cucchiai di parmigiano, 1 cucchiaio di prezzemolo, sale e pepe, olio e burro q.b. In una pentolina antiaderente versate i formaggi e formate una cialda, che andrete a modellare a forma di cestino aiutandovi con un bicchiere. Fate soffriggere leggermente in due cucchiai di olio extravergine di oliva i cipollotti che devono ammorbidirsi e dorarsi, ma non scurirsi. Togliete dal fuoco e fate intiepidire. Sbattete le uova con il latte, il parmigiano, il prezzemolo, sale pepe e all’ultimo aggiungete i cipollotti. Sporcate di burro una padella antiaderente e versatevi il composto per la frittata. Cuocete da entrambi i lati e poi fate intiepidire. Infine con un stampino da biscotti ricavate le stelline e componete i vostri cestini.

Ravioli di pere e Montasio con San DanielecroccanteRavioli di pere e Montasio con San DanielecroccanteRavioli di pere e Montasio con crudo di San Daniele croccante. Per i ravioli: 50g di farina di grano saraceno, 50g di farina di kamut, 1 uovo, sale. Per il ripieno: Montasio fresco grattugiato (circa 3 cucchiai), 1 pera, sale, pepe, zenzero in polvere. Per condire: burro, salvia, strisce di crudo di San Daniele (fatevi tagliare circa 100g in una sola fetta), ricotta affumicata. Create la piccola fontana con le farine, l’uovo e il sale (per aumentare le dosi tenete presente la regola che le due farine vanno in parti uguali e ogni 100g di farina in più si aumenta di 1 uovo). Stendete la pasta in una sfoglia fine e ritagliate dei cerchi con un coppapasta. Grattugiate il Montasio, sminuzzate la pera, mescolate i due ingredienti spolverizzando di zenzero, sale e pepe. Componete i ravioli, chiudendoli bene con una forchetta e tuffateli in acqua bollente salata per circa 5 minuti. Sciogliete il burro, unite la salvia e le striscioline di S. Daniele. Servite ben caldi aromatizzati con il prosciutto e la ricotta affumicata.

Lonza di maiale con mela speziataLonza di maiale con mela speziataLonza di maiale alla mela speziata. 2 mele, ½ cipolla rossa, 4 fettine di lonza di maiale, chiodi di garofano, cannella in stecca, sale, pepe, olio e burro. Tagliate finemente la cipolla e fatela dorare in due cucchiai di olio extravergine di oliva. Aggiungete le mele, precedentemente sbucciate, private dei semi e tagliate a fettine. Mescolate aggiungendo 4 – 5 chiodi di garofano, qualche pezzettino di cannella, sale e pepe. Cuocete coperto per circa ½ ora. Passate le fettine di lonza nella farina di riso e scottatele in padella con poco olio e una noce di burro per pochi minuti, salando solo a fine cottura.  Unite la carne alle mele e fate insaporire ancora qualche minuto. Infine servite ben caldo.
Dessert al pandoro. Pandoro, crema pasticcera, zucchero al velo vanigliato, caramello
Per la crema pasticcera utilizzate la vostra ricetta solita (ne esiste anche un preparato pronto che trovate nello scomparto dei preparati per dolci al supermercato). La mia crema pasticcera in dose per due persone è così: mescolate velocemente un tuorlo d'uovo con 4 cucchiai da minestra rasi di zucchero; aggiungete scorza di limone grattugiata, qualche goccia di essenza di vaniglia e un tappo di marsala; mescolate il tutto e aggiungete un cucchiaio da minestra raso di farina. Mettete sul fuoco a fiamma bassissima assieme a circa 15 cl di latte a temperatura ambiente e continuate a mescolare finché non si addensa. Attenzione. non deve bollire, ma sobbollire leggermente per qualche minuto, altrimenti fa i grumi.  Togliete dal fuoco e lasciate raffreddare.  Infine montate a neve salda l'albume e lo aggiungete alla crema. Scaldate ancora un paio di minuti e poi lasciate intiepidire. Prendete un bicchiere da Martini, mettete due cucchiai di crema tiepida (riempiendolo circa a metà), un cubetto di pandoro al centro, fategli sopra una specie di grata con il caramello  e cospargete tutto leggermente di zucchero al velo.
 http://udinelamiacittaenonnapina.blogspot.it/


Copyright © 2009-2021 QUBI' Editore
Riproduzione riservata