fbpx
cibo, vino e quantobasta per essere felici

Maltagliati di Patate con seppia, fili di zucchina e polvere di olive

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Maltagliati di patata D.O.P. seppia zucchina oliveMaltagliati di patata D.O.P. seppia zucchina olive

In questa ricetta dello chef Dino Baldini de Il Centro Storico di Budrio protagoniste sono le patate di Bologna D.O.P., arricchite da tocchi mediterranei come le seppie e le olive.  

Maltagliati di Patate di Bologna D.O.P con seppia, fili di zucchina e polvere di olive

 

Ingredienti per 4 persone

Per i maltagliati


• Patate di Bologna D.O.P. 250 g
• Sale grosso 1 kg
• Farina “00" 250 g
• Albume 30 g

Per il condimento


• Seppie pulite e tagliate a listarelle 200 g
• Fili di zucchine 100 g
• Fili di Patata di Bologna D.O.P. 50 g
• Olive nere snocciolate 20
• Olio extra vergine di oliva q. b.

 

Preparazione

 

Per i maltagliati

Copri le Patate di Bologna D.O.P. di sale grosso e cuocile in forno a 180 °C per un’ora. Spegni il forno e quando le patate saranno fredde toglile dal sale, sbucciale e schiacciale.

Impastale con la farina e l’albume. Stendi l’impasto col mattarello a uno spessore di 3 mm.

Per il condimento

Passa le olive nere al microonde per 3-4 minuti a massima potenza. Quando saranno fredde tritale molto fini in modo da ottenere una sorta di polvere.

Affetta sottile la patata e la parte verde delle zucchine con l’aiuto di una mandolina, taglia quindi le fettine in fili.

Rosola le seppie in padella per 2 minuti con un filo di lio. Aggiungi i fili di patata e zucchine, bagna con un mestolo di acqua, cuoci ancora per un minuto e spegni.

Lessa i maltagliati in acqua salata e uniscili al condimento. Cuoci tutto assieme per qualche minuto.

Finitura: disponi i maltagliati in un piatto semifondo, spolvera con le olive nere e lucida con qualche goccia di olio extra vergine di oliva.

 

***

Patata di Bologna D.O.P. è la prima patata italiana insignita della Denominazione d’Origine Protetta. L’unica varietà è la Primura: forma ovale, allungata e regolare, con un buon contenuto di sostanza secca. Il colore della sua polpa è giallo paglierino, la buccia liscia e possiede la tradizionale tonalità chiara, caratteristica che le viene fornita dalla composizione dei suoli di coltivazione.

 

Copyright © 2009-2021 QUBI' Editore
Riproduzione riservata