cibo, vino e quantobasta per essere felici

Insalata di trota agli agrumi in trasparenza di carciofi, noci, pompelmo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Continuo a raccontarvi le ricette della serata di Friultrota: le ho provate a rifare a casa, con risultati soddisfacenti. Confesso che per ora rinuncio a sperimentare i tortelli ripieni di baccalà mantecato con cime di rapa, mi sembrano autunnali ed è la scusa buona per non

mettermi alla prova... Questa insalata invece mi ha tentato:
Ingredienti per 4 persone
4 filetti di Trota agli Agrumi
4 carciofi freschi
4 noci
1 pompelmo
1 lime
Sale
Pepe
Olio extravergine di oliva
4 fogli di carta Fata
Preparazione:
Pulire i carciofi, tagliarli a fettine e sbollentarli per un paio di minuti in una pentola d’acqua bollente; quindi scolarli e condirli con un filo d’olio e un po’ di sale e pepe.
Più tardi stendere i 4 fogli di carta Fata in 4 fondine e immettere in esse i carciofi equamente divisi assieme ai 4 filetti di Trota agli Agrumi tagliati a metà, a qualche spicchio di pompelmo pelato a vivo e alle noci. Finire versando un filo d’olio extravergine di oliva e della scorza di lime; ora chiudere i sacchetti e infornarli a 180° per 5/6 minuti.
Composizione:
Sfornare il tutto e servire subito a tavola.

Perchè mi è piaciuta questa ricetta? Un nuovo modo di cucinare, un po’ al forno, un po’ al vapore, una cottura non aggressiva, che consente agli ingredienti di mantenere intatte le proprie caratteristiche, creando un piatto sorprendente e appagante sia dal punto di vista della
presentazione (se non la conoscete, la carta Fata è trasparente, sembra cellophane, resistente alle alte temperature, fino a 230°. Si porta il cartoccio direttamente a tavola e si apre al momento), sia da quello gustativo. Il nostro chef è stato prodigo di spiegazioni, sia nella pulizia del carciofo, che nel suggerire altri abbinamenti: al posto delle noci, si possono usare mandorle, o limone al posto del lime. Io che non amo particolarmente l’amarotico, ho usato le arance.


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.