fbpx
cibo, vino e quantobasta per essere felici

Insalata di rinforzo: come prepararla?

0 of 5 - 0 votes
Thank you for rating this article.

insalata di rinforzoinsalata di rinforzo

Insalata di rinforzo. La prima ricetta dell’insalata di rinforzo, nota in passato con il nome di caponata, si deve a Ippolito Cavalcanti, che nell’edizione del 1853 de La Cucina teorico pratica, ne ha illustrato gli ingredienti e l’esecuzione, descrivendone dettagliatamente il procedimento. 

L'insalata di rinforzo è un piatto che ancora oggi viene preparato diffusamente a Napoli durante le festività natalizie e di fine anno. Conosciuta anche con il nome di burdiglione, l’insalata di rinforzo si prepara con il cavolfiore lessato, olive verdi e nere, cipolline, giardiniera, peperoni dolci (papaccelle, piccoli e dal diamtero max di 8-10 cm) sottaceto, peperoni piccanti e acciughe sotto sale.

Perché si dice di rinforzo?

Quanto all’origine del termine “rinforzo” alcuni sostengono derivi dal fatto che si tratti di un’insalata arricchita e rinforzata, di volta in volta, mediante l’aggiunta di diversi ingredienti; altri ritengono che il suo nome indichi invece una portata atta a rinforzare le portate principali, rendendo più sostanziosa la cena di magro della Vigilia di Natale.

È comunque un contorno gustoso e pratico, da preparare in anticipo e da tenere in frigo, per essere usato all’occorrenza, dopo averlo “rinforzato” con l’aggiunta di nuovi e stuzzicanti
ingredienti. Bella e colorata, l’insalata di rinforzo è un delizioso piatto della tradizione, che dona spirito e forza. Non solo a Natale.

 insalata di rinforzoinsalata di rinforzo

La ricetta - IngredIentI

*400 g di cavolfiore il segreto per la preparazione di un’insalata di rinforzo perfetta, è quello di scegliere un cavolfiore piccolo e bianco e di dividerne le cimette in pezzi piuttosto grossi, da cuocere preferibilmente al vapore e per pochi minuti, in modo da lasciarle sode e croccanti. 
* 250 g di giardiniera,
* 300 g di papaccelle dolci e piccanti (o in mancanza peperoni sottaceto)

le papaccellele papaccelle
* 150 g di olive verdi,
* 150 g di olive nere di Gaeta,
* 50 g di capperi dissalati,
* 4 filetti acciughe sottolio,
* 80 g di olio extravergine di oliva,
* aceto bianco a piacere,
* sale q. b.

 

preparazIone

Lavate il cavolfiore e dividetelo in cimette piuttosto grosse. Cuocetele al vapore per 5 minuti, scolatele e lasciatele raffreddare su un canovaccio. 

Nel frattempo private le papaccelle del torsolo e dei semi e tagliatele a pezzi; dissalate le acciughe sotto l’acqua corrente e sgocciolate la giardiniera.

Mettete il cavolfiore in un’insalatiera piuttosto capiente, aggiungete i peperoni (papaccelle), i filetti delle acciughe, i pezzi di giardiniera, le olive e i capperi dissalati.

Condite con olio extravergine e aceto secondo il vostro gusto, mescolate con cura e ponete l’insalata di rinforzo almeno un giorno in frigorifero, prima di servirla

ricetta pubblicata sul mensile qbquantobasta Seguitemi anche sul blog  


Copyright © 2009-2023 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Altre notizie

  Un’insalata di erbe e fiori arricchita da formaggio erborinato e da guanciale croccante: colori e consistenze si incontrano in questo piatto firmato Riccardo De Pra del Dolada, ristorante...

Vai all'articolo

  Il ramen è una delle zuppe più amate della cucina orientale. Sostanzialmente è composto da spaghetti di frumento serviti in brodo di carne e/o pesce, spesso insaporito con salsa di soia...

Vai all'articolo

Idea per un'insalata invernale a base di legumi, frutta secca e frutta fresca. La ricetta è di Gabila Gerardi per Mela Val Venosta. Tra gli ingredienti infatti spicca Bonita Bio,...

Vai all'articolo