cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Spiga della fortuna

La spiga è simbolo di prosperità e crescita, di rinascita, di speranza, di futuro…..quindi un buon augurio per tutti….vi pare??Allora perché non offrire ai nostri ospiti( e pure a noi stessi) una ricca e golosa spiga di pasta, in sostanza un finger bello cicciottello colmo di sapori intensi.

Realizzarle sarà divertente, per 20 spighe serviranno:

1 uovo

240 g farina “00”

½ tazza d’acqua

300 g petto di pollo( oppure maiale)

¼ cavolo cappuccio

3 cipollotti

1 pugno germogli di soia

1 carota

1 peperoncino fresco

Salsa di soia

Sale, olio evo, sesamo bianco e nero

Procediamo:

Preparare l’impasto battendo 1 uovo con l’acqua.

Unire gradatamente la farina ed 1 presa di sale.

Lavorare con energia finché la pasta sarà liscia ed elastica, non appiccicosa.

Lasciar riposare al coperto affinché non secchi per 1 ora.

Nel frattempo pulire la verdura, pelare la carota e tagliare a julienne, affettare molto finemente il cavolo ed i cipollotti.

Tagliare il petto di pollo in fettine, poi in striscioline ed infine in pezzetti di circa ½ cm.

Scaldare un’ampia padella con un fondo d’olio, unire nell’ordine la carota, il cavolo, i cipollotti, il peperoncino fresco sminuzzato, la carne, i germogli di soia.

Soffriggere, irrorare con salsa di soia, coprire e cuocere.

Lasciar raffreddare totalmente.

Prelevare l’impasto riservato, ricavare delle palline e stendere sul piano infarinato in modo da ottenere dei dischi di circa 15 cm di diametro, belli sottili ed elastici.

Tirare un pochino il cerchio in modo da ottenere una forma oblunga.

Lavorare il ripieno con le mani, ottenere una sorta di polpetta e collocarla al centro del disco.

Inumidire leggermente il bordo con un velo d’acqua e ripiegare il lembo superiore poi partendo da sinistra sollevare “l’orecchia” che si sarà formata portandola verso il centro, fare la stessa cosa a destra portando sempre la pasta al centro.

Proseguire fino alla fine poi sigillare la parte finale pizzicandola.

Scaldare una seconda padella con un cucchiaio d’olio, introdurre le spighe e lasciare che si formi sul fondo una sottile crosticina, poi smuoverle in modo che non brucino, versare un paio di mestoli di brodo ( o acqua) bollente, incoperchiare, cuocere circa 3 minuti.

Scoperchiare, condire con salsa di soia, oppure salsa ponzu, cospargere con semi di sesamo bianco e nero, servire subito.

Chef Fabiana del Nero

Tagli  e Intagli

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.