cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Salmone in oliocottura, gelatina alla liquirizia

e... grazie Heston Blumenthal!!!

Grazie perché questa ricetta è frutto del suo genio indiscusso, della sua creatività e del suo talento, del quale certo non è necessario parli io, però, ragazzi… che fenomeno!!!!

Presa e trasformata in memorabili “finger degli auguri”, ecco cosa serve per 20 piccole deliziose porzioni

Per il brodo alla liquirizia
100 g di liquirizia Haribo
Per la gelatina alla liquirizia
6 g di agar agar
200 g di brodo alla liquirizia( sopra)
Per il salmone
4 filetti di salmone( senza pelle) da 150 g ciascuno
Olio evo
Per finire e servire
1/2 pompelmo rosa, sbucciato e lasciato sgocciolare

sale marino

semi di coriandolo

20 g di aceto balsamico ridotto della metà e raffreddato

maionese alla vaniglia

asparagi

Porre la liquirizia in 500 ml di acqua fredda e lasciar riposare tutta la notte in modo che la liquirizia si sciolga.
Il giorno dopo portare il liquido a bollore, mescolare molto bene e a lungo, filtrare attraverso un setaccio fine.

Per la gelatina, versare 100 g di acqua fredda in una casseruola e unire l'agar agar, portare a bollore e poi sobbollire per 4/5 minuti.
Incorporare al composto il brodo di liquirizia con una frusta e lasciar sobbollire per qualche minuto.
Lavorare il liquido con il frullatore ad immersione per 1 minuto circa.
Togliere dal fuoco.
Coprire un vassoio con un foglio di pellicola e versarci sopra il brodo alla liquirizia filtrandolo con il setaccio, lasciandolo allargare naturalmente.
Lasciar riposare qualche minuto affinché solidifichi, poi tagliare la gelatina della stessa dimensione del salmone, nel mio caso quadrati di 4 cm.

Versare l'olio in un tegame abbastanza grande per coprire completamente il pesce quando verrà aggiunto e porre al fuoco.
Scaldare fino a raggiungere la temperatura di 50°.
Aggiungere il pesce e riportare l'olio a 50°.
Mantenere la temperatura stabile per 20 minuti, poi rimuovere il pesce, scolare ed asciugare bene.
Mettere ogni pezzo di salmone su di un piatto caldo sul quale avrete già disposto le particelle contenute all'interno degli spicchi di pompelmo rosa.
Condire con il sale e mettere la gelatina su ogni filetto come fosse una coperta.

Sopra disporre qualche seme di coriandolo( incapsulamento dei sapori), picchiettare con gocce di riduzione d'aceto e servire con le punte d'asparago al vapore e la maionese alla vaniglia.
Maionese alla vaniglia
Lavorare 1 tuorlo ed 1 uovo intero grande con 15 g di senape di Digione, sale, i semi di 2 stecche di vaniglia in una ciotola.
Amalgamare tutti gli ingredienti con un frullatore ad immersione.
Unire 350 g di olio di semi di vinacciolo od arachide un po' alla volta.
Una volta ben emulsionata unire 20 g di aceto di vino  bianco.
Che dire, il salmone rimane morbidissimo e succoso, per nulla asciutto, si bilancia perfettamente con l'amaro della liquirizia, l'acidità del pompelmo, le capsule di sapore intensissimo del coriandolo e la sorpresa, proprio sorpresa della maionese alla vaniglia, mangiate tutto insieme, il sapore esploderà letteralmente in bocca!!!
.....adesso non vi rimane che prepararvi a  ricevere tonnellate di applausi...parola!!!

Chef Fabiana del Nero

Tagli e Intagli

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Gli articoli più letti degli ultimi sette giorni:
(questa finestra si chiuderà automaticamente entro 10 secondi)