cibo, vino e quantobasta per essere felici

Limoni confit, finocchio e coscette di coniglio all'alloro

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

  • 20 coscette di coniglio (se preferite variare le parti utilizzate un coniglio in pezzi, purché di dimensioni simili fra loro)
  • 1 limone
  • 3 finocchi (solo il cuore)
  • 20 cl vino bianco secco
  • foglie di alloro
  • 4 spicchi aglio
  • 30 g pinoli
  • olio evo, sale al finocchio, pepe nero in grani

Procediamo:

Lavare molto bene i pezzi di coniglio, verificare che non ci siano frammenti ossei, tamponare accuratamente.

Predisporre un coccio capiente, portare al fuoco, scaldare bene l’olio e rosolarvi i pezzi di coniglio, girarli e proseguire.

Devono risultare ben coloriti.

Ricavare i cuori dai finocchi, lavarli accuratamente e tagliarli a spicchi.

Conservare le barbine verdi.

Lavare ed asciugare il limone. Tagliarlo a spicchi.

Tostare i pinoli in padellino antiaderente

Una volta rosolato il coniglio togliere dal fuoco ed unire il limone, i finocchi, il pepe in grani, gli spicchi d’aglio schiacciati con la lama di un coltello, le foglie di alloro( prima lavate), il sale al finocchio.

Versare la metà del vino ed infornare a 200° per 30 minuti.

Estrarre mescolare, infornare nuovamente per 15 minuti.

Estrarre una seconda volta, mescolare ancora, bagnare con il restante vino, infornare ancora 15 minuti a 190°

Togliere dal forno, disporre in piccole ciotoline di coccio un paio di fette di finocchio a ventaglio, unire una coscetta di coniglio, uno spicchio di limone, una foglia d’alloro ed abbondante fondo di cottura, in ultimo le barbine fresche conservate da parte e qualche pinolo tostato.

Servire caldo.

Chef Fabiana del Nero

Tagli e Intagli


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Stampa questo articolo

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.