fbpx
cibo, vino e quantobasta per essere felici

Cotoletta sbagliata: sbagliando s'impara

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

La cotoletta sbagliata di Matteo Stefani ristoratore della micro-catena di locali *AncheLa cotoletta sbagliata di Matteo Stefani ristoratore della micro-catena di locali *Anche
La storia della cucina è piena di distrazioni, di creazione di piatti diversi per mancanza di ingredienti, di errori che si sono rivelati dei capolavori. Citiamo a mo' di esempio la Tarte Tatin, le Crêpes suzette, i corn flakes, il Gorgonzola. E la Cotoletta sbagliata. Una cotoletta nata per caso in uno dei ristoranti della microcatena di locali *Anche di Milano.

Il macellaio chiede al proprietario Matteo Stefani di aiutarlo a smaltire braciole di maiale e lui chiede cosa possa farsene: “Cotolette”. “Un milanese come te che mi propone di fare la cotoletta con braciole di maiale, invece che con il vitello?”.
E lui pronto: “Chiamala sbagliata allora!”. Così ha preso vita la cotoletta sbagliata: lonza di maiale, uova, pane panko, mandorle, arancia e cristalli di sale, fritta in burro immersione.

Durante il 2020, con i ristoranti chiusi, Stefani ha iniziato a confezionare sottovuoto le sue cotolette spedendole in tutta Italia e in Europa.




Copyright © 2009-2021 QUBI' Editore
Riproduzione riservata