cibo, vino e quantobasta per essere felici

Le pesche nel piatto

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Chi l’avrebbe mai detto? Eppure la creatività e la fantasia delle foodblogger (e di una wineblogger) ci hanno fatto scoprire mondi culinari davvero impensabili e perlopiù sconosciuti. Tutti a base di un frutto: la pesca. L’idea del primo concorso regionale per foodblogger fvg, dal titolo “Le pesche nel piatto” promosso dal mensile qbquantobasta insieme al comune di Fiumicello, il paese delle pesche, ha ottenuto un grande successo e le ricette sono tutte visibili qui sul sito e replicabili a casa vostra. 35 ricette arrivate in un tempo brevissimo. Se in qualche modo erano prevedibili le torte con le pesche (4 varianti pervenute, ma nessuna crostata), numerose sono state anche le proposte di muffin o piccole cake, tortine da pirottini nell’attuale tendenza monodose. Ben rappresentati anche i cheese cake con ricotta o con mirtilli. Non mancano i cupcake, ultima tendenza della pasticceria, in concorso nella versione con ricotta e gelatina di pesche. Anche la cucina vegana è presente con crepes ripiene di pesche caramellate con sciroppo d’agave. E la cucina per intolleranti propone sia una fantastica persicata (da conservare a cubetti) sia le pesche sciroppate alla menta. Sempre nel settore dolci ci sono un classico come la torta fredda di yogurt e pesche, ma anche due innovazioni come il tiramisu alle pesche (rigorosamente senza caffè) e la zuppa inglese alle pesche. Senza dimenticare il crumble, la bavarese con gelèe di pesche, la crema di riso basmati, le pesche grigliate nel millefoglie o le pesche al miele con gelato al timo.

Ma i pasticceri in giuria sicuramente non pensavano di trovarsi di fronte a tante ricette salate. Tartare di trota con chutney di pesche, carpaccio di pesche nettarine e trota salmonata affumicata. Scaloppine di lonza alle pesche e triple sec, spiedini di tacchino e pesche ubriache, ma anche spiedini di pesche e mazzancolle, insalata di pollo con pesche nettarine e noci. E anche due risotti, uno alle pesche ubriache e uno con pesche e Montasio! Il pane alle pesche non l’avevamo ancora mai visto, ma sembra un’intuizione geniale. Tiriamoci su con una bella coppa di piarsolade, anche nell’elegante versione “persighi e Picolit” e mettiamo da parte per l’inverno la confettura di pesche e peperoni al rum. Insomma pesche superstar! Ne sarebbe stato felice il cavalier Martini, artefice dello sviluppo frutticolo della zona. Premiazioni a Fiumicello sabato 13 luglio alle 20, nel corso della storica Mostra regionale delle pesche. In  premio ai primi tre classificati un abbonamento ciascuno al mensile qbquantobasta, una cena per due persone al ristorante Matiz da Otto (primo) un piatto delle ceramiche Mafu (secondo) e una cassetta di pesche (terzo premio).

 


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Stampa questo articolo