cibo, vino e quantobasta per essere felici

Conserva in agrodolce di cipolle di Tropea

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Almerindo Santucci ci ha mandato questa ricetta, che abbiamo pubblicato nel numero di ottobre di qbquantobasta e che ora a grande richiesta riproponiamo on line. Ottima conserva per contorni veloci alla carne oppure da usare su bruschette di pane anche con velatura di buona maionese e un bel filetto di tonno sott'olio guarnito con pepe arcobaleno. 

cipolla di tropeacipolla di tropea

Conserva in agrodolce con cipolle di Tropea

 

Ingredienti 

 

3 kg cipolla rossa di Tropea

750 ml aceto bianco

750 g zucchero di cui 600 bianco e 150 grezzo di canna (il peso dello zucchero è pari all'aceto)

150 g di sale

un mazzetto di menta e un mazzetto di origano fresco

5 spicchi di aglio

olio evo q.b.

cipolla di tropeacipolla di tropea

Preparazione

 

Sbucciare dalla prima sfoglia le cipolle e tenerle in acqua fredda per mezza giornata, scolarle e dividerle per il lungo a metà affettandole sottili.

Mettere l'aceto una capiente pentola insieme agli zuccheri e al sale e farli sciogliere.

Unire le cipolle affettate e sobbollire per 5-7 minuti.

Scolarle e lasciare che perdano il maggior liquido possibile sistemandole in una scolapasta per 12 h.

Trascorso questo tempo metterle in bacinella con gli spicchi di aglio affettato e poi tritato grossolanamente, le foglioline di menta e di origano. 

Condirle con l'olio senza esagerare (condire come se fosse una insalata, in maniera appena più generosa).

Mescolare il tutto e fare insaporire per qualche ora. Mescolare ancora e versare - senza pigiare troppo - in barattoli sterilizzati.

Unire in ogni vasetto un filo di olio e coprire con dischetti di carta oleata. Tappare con tappi a vite e conservare in deposito al fresco. conserva agrodolce di cipolla di Tropeaconserva agrodolce di cipolla di Tropea

Per scaricare la copia del numero di ottobre in versione digitale

QB ottobre 2020QB ottobre 2020

Consigli:

Per allungare il tempo di conservazione mettere i barattoli di vetro in pentola e ricoprire con acqua, coprire con una maglia di lana o altro
panno e portare a bollore per circa venti minuti. Lasciare che si freddino nella stessa acqua e mettere a deposito. Una volta aperto il barattolo
va consumato nel giro di qualche giorno e comunque tenuto in frigo.
Seguite Almerindo Santucci su https://www.facebook.com/almerindo.santucci


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.