cibo, vino e quantobasta per essere felici

Baci di dama? Nel cono e al pesto!

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Ci avanzavano delle gabbiette di spumante, ci è venuta improvvisamente in mente questa deliziosa ricetta di Fabiana Del Nero, maestra del finger food, che era stata pubblicata qui, sul vostro quotidiano on line preferito un po' di tempo fa: abbiamo deciso di riproporvela il primo giorno di Quaresima, perchè anche mangiare di magro è bello con questi coni sfiziosi. Servono 100 g di burro freddo/100 g di farina di mandorle/100 g di farina 00/ 70 g di pecorino fiore sardo grattugiato/ sale/ pepe bianco/ 150 g di robiola, 20 g di pesto. Inserire tutti gli ingredienti nel mixer, azionare fino a quando la pasta non formerà delle briciole( occorrono pochi secondi), poi trasferire sulla spianatoia e lavorare velocemente a mano.  Mettere l'impasto in frigo per una mezz'ora protetto da pellicola, tempo che si rassodi. Prendere una teglia a bordi bassi e ricoprire con un foglio di carta da forno. Riprendere l'impasto e formare velocemente tante palline di circa 1 cm di diametro disponendole via via sulla teglia, a due dita di distanza l'una dall'altra.

Portare il forno a 150 gradi e cuocere per 15-17 minuti max, vanno estratti appena risultano compatti.

Lasciare raffreddare prima di maneggiare, caldi sono estremamente friabili. Quando sono freddi accoppiarli con la crema (servendosi di una sac à poche) preparata con robiola, pesto, pepe bianco e poco sale. Si può farcire anche con caprino e paté di olive taggiasche, oppure con spuma di ricotta e prosciutto cotto fumé (questa versione solo quando è finita la Quaresima).


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.