cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

8 marzo: un'enologa slovena si racconta

Quando si parla di vino, si pensa a un mondo declinato al maschile: il produttore, l’enologo, il venditore, il commerciale. Ruoli che nell’immaginario collettivo sono ricoperti da persone di sesso maschile. Solo negli ultimi anni le quote rosa hanno iniziato a spuntare e a farsi riconoscere in questo grande mare blu. Per qb, professioni al femminile, abbiamo intervistato per il numero cartaceo di marzo Nika Gregorič, enologa dell’azienda Vinakras di Sesana.

Gli articoli più letti degli ultimi sette giorni:
(questa finestra si chiuderà automaticamente entro 10 secondi)