cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Via i confini per le bici

VIA I CONFINI PER LE BICI: IL 13 FEBBRAIO 2019 TRE SINDACI TAGLIANO LA RETE. Pista ciclabile fra Gorizia, Nova Gorica e Sempeter Vrtojba. Alle 9.30, i sindaci di Gorizia, Rodolfo Ziberna, Nova Gorica, Clemen Miklavic, presente anche il primo cittadino di Sampeter, Milan Turk, apriranno un altro varco sul confine. Sarà tagliata una parte della rete, poco distante dall'Isonzo, che divide Italia e Slovenia, per far passare una pista ciclabile che, quando sarà realizzata, attraverserà i tre comuni. Per arrivare sul posto, prendendo come riferimento Palazzo Attems, in piazza de Amicis, proseguire lungo via Pellico fino a Piazza Medaglie d'Oro. Imboccare via Monte Santo e proseguire fino al confine con la Slovenia. Procedere su Cesta IX fino a Pot na Breg e raggiungere il Kayak club. Li si potrà parcheggiare l'auto per arrivare a piedi, dopo circa 100 metri, al confine dove si taglierà la rete.