cibo, vino e quantobasta per essere felici

Acquista la copia digitale!

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Il violoncello secondo Vandini e Tartini

Elinor FreyElinor Frey

Evento conclusivo giovedì 19 settembre 2019 alle 20.30 nella Sala Tartini del Conservatorio di Trieste, del Festival ”Il suono di Tartini”, a cura di Margherita Canale e Paolo Da Col, prima delle celebrazioni per i 250 anni dalla scomparsa del grande compositore e violinista di Pirano. In scena,Elinor Frey violoncello, Marc Vanscheeuwijck violoncello, Patxi Montero violone, Isabella Bison e Lorenzo Gugole violini, Stefano Marcocchi, viola, Federica Bianchi, cembalo. La serata sarà dedicata all'integrale delle composizioni note di Antonio Vandini: tre Sonate per violoncello e cembalo e il Concerto per violoncello dello stesso Vandini, grande amico e sodale di Giuseppe Tartini sin dagli anni giovanili, musicista attivo nella cappella antoniana. Per lui Tartini scrisse i suoi due Concerti per violoncello. L’ingresso è aperto gratuitamente al pubblico. 

 

Informazioni